Cronaca
Commenta3

Quantificato il danno erariale: 1.600.000 euro per le assunzioni dei 32 precari in Comune Spese legali a carico degli assessori

foto Sessa

Saranno settimane di grande apprensione quelle che ci separano dal Natale per gli amministratori comunali e per i trentadue precari stabilizzati due anni fa. Infatti, proprio prima di Natale è attesa la decisione della Procura della Corte de’ Conti sulla indagine condotta dopo un dettagliato esposto arrivato alla Magistratura contabile. In questi giorni gli uffici comunali hanno prodotto il conteggio definitivo delle cifre pagate finora dal Comune per assumere le trentadue persone: un milione e seicentomila euro. Ricordiamo che la delibera è stata votata dal sindaco Perri, dal vice Malvezzi e dalla giunta (ad esclusione di Nolli, Alquati e Amore che non erano presenti) e che saranno chiamati a risponderne anche il responsabile del personale Maurilio Segalini e il segretario comunale Pasquale Criscuolo.
Secondo la Procura della Corte de’ Conti si tratta di danno erariale e quindi gli amministratori che hanno votato la delibera e i dirigenti comunali che l’hanno predisposta dovranno eventualmente risarcire a titolo personale. Ricordiamo che solo una parte degli assessori ha una copertura assicurativa che peraltro potrebbe essere resa nulla se la Procura ipotizzasse una condotta dolosa.
Nel dopo giunta di oggi, l’argomento era comunque all’ordine del giorno. Diversi assessori erano molto preoccupati della situazione e chiedevano lumi sia ai dirigenti che ai colleghi con maggior esperienza (ad esempio all’assessore al bilancio Nolli).
Se, come pare ormai molto probabile, ci sarà da parte della Procura contabile il rinvio a giudizio, gli assessori e i dirigenti coinvolti non potranno più usufruire della copertura delle spese legali da parte del Comune per cui dovranno cercare (e pagare di tasca propria) uno studio legale particolarmente esperto in questioni amministrative. E probabilmente si opterà per un solo difensore per tutti, sia per questioni di spesa, sia per dare l’immagine di unità nelle scelte amministrative.
Il problema è altrettanto serio per i 32 precari stabilizzati che rischiano di veder andare in fumo la loro agognata assunzione a tempo indeterminato. Per questo nei prossimi giorni non si esclude una mobilitazione da parte delle Rsu comunali e dei sindacati in difesa dei colleghi che rischiano il posto per un conflitto sulla interpretazione delle norme.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti