Commenta

'Settimana della carità': convegni su stranieri e violenza sulle donne

stran

Si conclude questo week-end la “Settimana della carità 2012”, la consueta iniziativa proposta dalla Caritas Cremonese in occasione della festa patronale come momento di riflessione e confronto sull’azione caritativa della Chiesa cremonese proprio a partire dalla figura di sant’Omobono, “Padre dei poveri”.
La “Settimana”, incentrata sul tema “Insieme contro la povertà”, da sabato 10 novembre sta proseguendo con una serie di iniziative di carattere spirituale, formativo e culturale.

Sabato 17 novembre penultimo appuntamento di riflessione e approfondimento su tematiche di stretta attualità sociale con il convegno promosso, a partire dalle 15, presso il Centro Pastorale Diocesano di Cremona (via Sant’Antonio del Fuoco 9A). All’inizio del biennio pastorale dedicato alla scuola, la Caritas diocesana, in sinergia con l’Ufficio diocesano per la pastorale scolastica, propone un incontro pubblico sul tema “Crescere nelle diversità e nelle differenze: la comunità cristiana tra incontri di parole e persone nella scuola di oggi e di domani”. I lavori saranno introdotti dai direttori dei due uffici diocesani: don Antonio Pezzetti (Caritas) e don Claudio Anselmi (Scuola). Previsto l’intervento dell’assessore alla Politiche educative del Comune di Cremona Jane Alquati, che aiuterà a tracciare una fotografia della situazione in città. La relazione della professoressa Anna Chiara Cimoli, docente di Pedagogia Sociale presso l’Università Cattolica di Milano, focalizzerà quindi l’attenzione sulla presenza degli stranieri nella scuola, offrendo spunti di riflessioni anche a partire da esperienze già adottate per una sempre maggiore integrazione. Le conclusioni del convegno saranno affidate a don Irvano Maglia, delegato per la Pastorale.

Evento conclusivo della “Settimana della carità 2012” nel pomeriggio di domenica 18 novembre, alle 16, sempre presso il Centro Pastorale Diocesano di Cremona, per riflettere su “La violenza contro le donne. Cicatrici nel corpo e nell’anima”. L’incontro intende concretizzare l’adesione alla campagna “Fiocco bianco” in prospettiva della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre.
Ad aprire il pomeriggio sarà il direttore di Caritas Cremonese don Antonio Pezzetti e da Giuseppina Meazza della Fondazione madre Rosa Gozzoli onlus dell’Istituto Rifugio Cuor di Gesù di Cremona. A cercare di dipingere il quadro della situazione saranno l’assessore alle Politiche sociali e associative e pari opportunità della Provincia di Cremona, Silvia Schiavi; la dottoressa Ornella Obert, giurista, responsabile dell’Area vulnerabilità e vittime del Gruppo Abele di Torino; Sonia Rotolo, assistente sociale, del Servizio disagio donne dell’Area maltrattamento della Caritas Ambrosiana. Al termine Pierina Bolzoni della ProLoco di Agnadello illustrerà la mostra “Voci del silenzio. La violenza nega l’esistenza” allestita in loco.
Chiuderà l’incontro un aperitivo multietnico con prodotti offerti da “Filiera Corta Solidale di Cremona” e curato delle donne e delle ragazze delle comunità “Lidia” e delle due comunità della Fondazione madre Rosa Gozzoli onlus dell’Istituto Rifugio Cuor di Gesù.
Vi sarà anche la possibilità di acquistare libri e dvd sul tema della violenza contro le donne, oltre a manufatti in cuoio realizzati dalla comunità “S. Francesco” di Marzalengo.

Per ulteriori informazioni contattare gli uffici della Caritas diocesana di via Stenico 3 a Cremona (tel.0372-35063; e-mail caritas@diocesidicremona.it).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti