Commenta

Primarie Lombardia, senza preiscrizioni e senza ballottaggio

primarie-lombardia

Da sinistra, Di Stefano, Kustermann e Ambrosoli

Regole meno macchinose per le primarie lombarde del centrosinistra rispetto alle nazionali. Confermata la data: 15 dicembre. Tre i candidati, così sulla scheda (ordine sorteggiato): Umberto Ambrosoli, Alessandra Kustermann e Andrea Di Stefano. Non ci sarà bisogno di preregistrazioni e si potrà votare in seggi diversi rispetto a quello dove si risiede, previa comunicazione via mail. Verificata anche la regolarità delle firme a sostegno dei candidati.
Possono partecipare i residenti in Lombardia che abbiano compiuto 16 anni e gli immigrati regolari. Non ci sarà nessun ballottaggio: chi prende più voti al primo turno vince. Pareri discordanti sul numero minimo di votanti. Ambrosoli lo ha fissatosui 100mila, mentre dallo staff di Kustermann si parla di 250mila. In concomitanza col ballottaggio di domenica, ai seggi sarà distribuito materiale informativo sulle primarie lombarde insieme al “Manifesto del patto civico per la Lombardia”.
Il comitato, infine, organizzerà tre dibattiti fra i candidati, uno in tv (forse sulla Rai) e due nei territori (uno a Brescia, un altro tra Varese e Mantova).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti