Commenta

Ginecologia, al via collaborazione internazionale

pollastri-riccardi

L’Unità Operativa di Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale di Cremona, diretta da Aldo Riccardi, è stata inserita nell’ambito di una collaborazione internazionale per un protocollo di ricerca finalizzato allo studio delle masse annessiali (cisti e tumefazioni ovariche, patologie tubariche, neoformazioni che si sviluppano in prossimità dell’ovaio o della tuba) e al loro relativo trattamento. Recentemente è nata una collaborazione tra l’UO di Ginecologia di Cremona e il gruppo IOTA (International Ovarian Tumour Analysis), coordinata da Paola Pollastri (Specialista in Ginecologia, rientrata da un’esperienza in Svezia presso l’Università di Malmö, nell’ambito di una attività ambulatoriale ospedaliera dedicata all’ecografia ginecologica.

“Siamo molto orgogliosi di poter partecipare a questo importante studio multicentrico che ci consente di  confrontarci con le figure di riferimento internazionali della diagnostica ecografica ginecologica e di poter fornire il nostro contributo alla fase 5 dei protocolli IOTA” riferisce iAldo Riccardi, che aggiunge “nonostante la patologia annessiale interessi un grande numero di donne, non sono ancora disponibili delle linee guida universalmente riconosciute per l’impostazione di una corretta gestione clinica. In molti casi le masse annessiali, quando mostrano caratteristiche ecografiche suggestive di benignità e quando non sono associate a sintomi, possono essere controllate nel tempo, evitando così interventi chirurgici inutili e rischiosi. L’adesione a questo protocollo consentirà di poter proporre alla nostra utenza adeguati e aggiornati percorsi diagnostici e terapeutici, basati su solide evidenze scientifiche”.

COS’E’ LO IOTA

Lo IOTA un gruppo internazionale di ginecologi esperti in ecografia pelvica nato negli anni ’90 con l’obiettivo di standardizzare la terminologia da utilizzare per descrivere e classificare adeguatamente le masse annessiali, per studiare le loro caratteristiche e il loro comportamento biologico, per capire quale è il corretto trattamento. I maggiori esponenti di questo gruppo sono la Prof. Lil Valentin (Università di Malmö, Svezia), il Prof. Dirk Timmerman (Università di Leuven, Belgio) e la Prof. Antonia Testa (Policlinico Universitario Agostino Gemelli, Roma). Dal 2000 ad oggi, grazie alla raccolta di migliaia di masse annessiali, sono stati pubblicati numerosi lavori scientifici di riferimento per il mondo ginecologico, che hanno significativamente migliorato l’accuratezza nella capacità diagnostica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti