22 Commenti

Università Cattolica, nessun trasferimento ma serve accordo per lavori straordinari

evidcatt

Non c’è nessun allarme Cattolica a Cremona. L’Università non sta per lasciare la città. La notizia che è stata data in prima pagina dal settimanale locale ‘Mondo Padano’ ha una spiegazione. Da quanto si apprende da fonti interne all’Università, l’unico nodo da sciogliere è la questione legata a urgenti lavori di manutenzione straordinaria di palazzo Ghisalberti, di proprietà degli Istituti Ospedalieri di Cremona, in comodato a Provincia e Comune e in sub-comodato alla Cattolica. Gli oneri spetterebbero – secondo accordi, a Provincia e Comune di Cremona. L’Università Cattolica (sede di Cremona e Piacenza) è in trattativa per quanto riguarda le spese da sostenere da parte dei soggetti coinvolti. La coabitazione con l’Istituto Stanga è giudicata dall’Università estremamente positiva. I numeri delle iscrizioni sono positivi, ma l’aumento degli studenti non è sufficiente a giustificare un eventuale trasferimento in altra sede o un allontanamento dalla città.
Potrebbe essere un’occasione di confronto sui lavori di manutenzione il Dies Academicus per l’anno accademico 2012/13, in programma mercoledì 20 marzo alle ore 16. Presenti il Rettore Prof. Franco Anelli, il Presidente della Provincia di Cremona Dott. Massimiliano Salini, il Sindaco Prof. Oreste Perri e il Presidente della Camera di Commercio Dott. Gian Domenico Auricchio. Successivamente la Prof.ssa Donatella Depperu, Direttrice del Dipartimento di Scienze economiche e sociali e del Centro di Ricerca per lo Sviluppo Imprenditoriale – CERSI, terrà una relazione su “Le sfide imprenditoriali tra crisi e ripresa”. A seguire si procederà alla consegna dei diplomi agli allievi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


© Riproduzione riservata
Commenti
  • franco

    primo falso scoop del nostro amico Leoni…come in tempi non sospetti…ahhahhaha

    • Pinotto

      Semplice escamotage per mascherare una sofferta carenza di attenzioni in una redazione di prime donne, talmente bisognose di attenzione da parte di Cremona da farsi addirittura la sede in un costoso appartamento sopra piazza Roma… non ci vuole un genio per sapere che almeno l’inizio della nuova avventura editoriale è stato un flop totale. Numeri cantano…

  • kunta

    scusate, ma il direttore di mondo padano è lo stesso che gestiva il vascello?

    se fosse così, è proprio vero che nel giornalismo non esiste dignità…

    • ciccio

      no non è questione di dignità..è questione che se parli male per anni di una persona poi questa persona ti assume e ti affida un giornale intero…si chiama coerenza…

      • kunta

        precisazione corretta, trattasi di coerenza non di dignità.

        coerenza del giornalista…dignità dell’editore…

        a questo punto aspettiamoci Flaminio Cozzaglio assunto alla direzione de La Provincia degli agricoltori!!!

        • ciccio

          ahahah…si chiuderebbe il cerchio

      • Pinokio

        Ognuno credo faccia le sue scelte, io non starei a giudicare troppo e non perché non si debba farlo, ma perché c’è un antico detto indiano che dice «siediti sulla riva del fiume, ecc.». Trito e ritrito. Bene, devo dire che io di cadaveri in senso metaforico ne ho già visti passare parecchi. E non escludo (seppure non arrivo certo a sperarlo) di vederne passare anche qualcun’altro. La crisi ha reso i lettori più selettivi e sparate come quella di questa mattina sulla Cattolica (come anche vari copia incolla o minestre riscaldate) non passano inosservati, siatene certi…

  • Pinokio

    A dire il vero, da ciò che mi han detto la scorsa settimana quattro professori che sono anche dirigenti all’interno degli istituti sia di Cremona che di Piacenza, non c’è nessunissimo allarme. Per lo meno, non c’è l’allarme che ha lanciato Mondo Padano stamattina… quindi non capisco da dove sia venuto fuori…

  • kunta

    Molto meglio cremonaoggi.

    Mondo padano era scarso allora, com’e’ scarso nella nuova edizione. Secondo me ad una certa eta’ sarebbe opportuno andare in pensione e lasciare spazio ai giovani…tanto piu’ se stiamo parlando di giornalisti di serie B di provincia

    • giovani arvedi

      Beh diciamola tutta…
      il direttore di cremonaoggi.it e ora il direttore di cremona1 lo stesso editore di mondopadano….
      Diciamo che è una storia già vista…

    • Pinokio

      Diciamo anche che certi progetti probabilmente potevano già bollire in pentola tra i “veci” ancor prima che un certo giornale chiudesse, dato che, stando a quanto si apprende, le parole “settimanale” e “mondo padano” sono circolate più di una volta, furtivamente (ma non abbastanza) sulle bocche dei soci che adesso bene o male si sono sistemati tutti (in mezzo alla strada ci sono tornati i nostri i figli – tranne un paio di eletti raccomandati, a quanto pare – scaricati come zavorra dopo aver contribuito non poco a tenerlo in piedi quel giornale, ma “loro”, i nostri giornalisti, si sono messi a posto, chi qua, chi là, hanno trovato delle altre poltrone dalle quali guardare il mondo con la solita aria giuliva e soddisfatta… beh, che la vita gli sorrida. In tempi di instabilità come questi, dove l’instabilità riguarda ormai tutti (anche quelli che si credono “a posto” più definitivamente) non mi resta che augurarglielo di cuore…

    • Pinokio

      Spazio ai giovani? Ma che dici mai Kunta, ma come ti permetti!!!! E’ un giornale pieno di giovani (magari assunti un po’ con la legge del “te ti conosco, ok vai bene”, “te ti conosco, e poi conosco anche tuo marito, vai ancora meglio” – “te invece non ti conosco… chi sei? Boh? E che vuoi?”), basta guardare le firme: sono le stesse identiche che vedevo qualche tempo fa su altre pagine (il cui triste nome non voglio ricordare se penso ai frammenti di vita che hanno rubato a tanti giovani nella redazione da cui uscivano quelle pagine), sia tra i collaboratori esterni che tra i giornalisti…
      Ma questa città è così, non l’avete ancora capito? E’ inutile lamentarsi: la realtà è questa. Se va bene è così, altrimenti si emigra. Conosco parecchia gente che l’ha fatto (di emigrare) e basta vedere cos’è riuscita a combinare FUORI da questo agglomerato di edifici, immobile e chiuso, per rendersi conto di quanto, purtroppo, questo discorso non è campato per aria…

      • kunta

        E’ il caso di dire…da lotte intestine, giornali di merda…

  • Studente medio(cre)

    Mia mamma mi ha consigliato caldamente di frequentare l’università a Cremona, perchè andare in giro poi alla fine non ne vale la pena: mi ha detto anche che la retta un po’ più alta non era un problema perchè quello che risparmiavo in mezzi e salute lo investivo in modo diverso. Frequento spesso la tisaneria, il Juliette e d’Estate il Giovedì se non vado alla capannina divento stranamente nervoso. Ho una utilitaria con un prezzo sopra la media, andrò in vacanza a Mykonos (perchè a Ibiza ci vanno i napoletani e i tamarri) e ho una vita abbastanza inquadrata. A volte, quando vado a dormire prima di addormentarmi mi sento schiacciare e mi viene da vomitare. La domenica mi trovate da Cerri con i nonni. Baci.

    • Matte

      Ma tu stai male…sei bruciato? Scegli meglio i tuoi posti poi…

  • io

    se notate è stato cancellato un commento dove si diceva del primo “falso” (nel senso che la notizia per ora non trova nessuna conferma) scoop di mondo padano…
    ormai il network mondo padano, cremonaoggi, cremona1 tv, è realta’ ed è un tutt’uno…
    Secondo me ci vorrebbe un bel editoriale per chiarire questa situazione…

    • kunta

      è il classico esempio di un colpo al cerchio e un colpo alla botte.

      Vedrete che articoloni dell’ (ex) voce fuori dal coro Leoni su Mondo Padano che parlano di Agricoltori e del loro potere che opprime la città…Vedrete che servizi scottanti sulla nuova TV sui fumi di arvedi…

      Complimenti a questo bell’inciucio destra-sinistra che passa nella più totale ed assoluta indifferenza. quello che gli editori locali volevano…

      Ma come si fa?

      Adessso mi metto anch’io a sputtanare pesantemente il Cavaliere: nel giro di pochi mesi mi faranno direttore di RADIOCREMONA, che riaprirà come ha riaperto mondopagano…

      • Marco

        Seno pienamente d accordo…pensi che volevo fare la stessa cosa, sto aprendo un blog, magari trovo un posto a tempo indeterminato…
        Se vuole ci uniamo, mi contatti.

        • kunta

          ok,
          vediamo un po’…
          una minaccia di improperi a Piva quanto possono valere? 1 pertica di terra? un contratto a progetto?

          Antonio, fame sai cusa te me det in cambi per taser de lè!

          (scrivo in dialetto perchè non so se il presidente capisce l’italiano).

      • Bastardo dentro

        Vorrai dire “Mondo Pagato”…

      • Pinokio

        Tempo fa sentivo circolare una voce insistente sia sulla bocca di persone in contatto con numerosi giornalisti che su quella di politici locali. “Grande polo d’informazione”. Ecco, credo che pian pianino ci stiamo arrivando… purtroppo a scapito della libera informazione. Ma non importa, abbiamo sempre la Libera agricoltori… “Inciucio” comunque credo sia la parola giusta.

    • Pinotto

      No il post c’è ancora, non è stato cassato. E comunque, relativamente allo scoop, più che di falsità parlerei di superficialità e di fretta nel riportare una notizia piuttosto delicata…
      Il taglio corretto è quello che ha dato Cremonaoggi (che forse non ha bisogno di gettarsi nel giornalismo scandalistico e “non costruttivo” da Pacco Quotidiano)…