Commenta

Perri accerchiato, lungo incontro coi sindacati in attesa del vertice per il rimpasto

perrievid

Lunga mattinata di incontri  per il sindaco Oreste Perri, nella giornata che culminerà politicamente con il vertice di maggioranza delle 18,30 per la scelta del vicesindaco e l’attribuzione della delega all’urbanistica. “Ma voi li conoscete i nomi dei vicesindaco di Crema o Casalmaggiore?”, sbotta poco prima delle 13, in risposta all’ennesima domanda dei giornalisti. Il sindaco è stanco, visibilmente provato da una serie di pressioni che lo circondano a 360 gradi. “Le ore di sonno non mi bastano più” si lascia scappare ad un certo punto. E le tensioni non vengono soltanto dal rimpasto in giunta, momento probabilmente  troppo a lungo rimandato. C’è la questione dei precari e della Corte dei Conti, c’è il  Museo del Violino per il quale si attende con una certa ansia il responso del Prefetto sulla legittimità dello Statuto.

La mattinata si era aperta con l’incontro con le segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil sul tema del welfare. Insieme al sindaco, l’assessore al Bilancio Roberto Nolli, i sindacalisti Donata Bertoletti, Monica Manfredini e Mario Penci, per Cgil, Cisl e Uil. Sul tavolo, con ogni probabilità, le scelte che l’amministrazione deve prendere in tema di servizi, tariffe e tasse. Spinoso il capitolo dei servizi a domanda individuale, che già ha creato contrasti in giunta per i più che probabili aumenti delle quote a carico dei cittadini. L’incontro coi sindacalisti si è protratto a lungo, si è interrotto ed è poi ripreso, mentre l’attiguo Salone dei Quadri era al limite della capienza per l’assemblea dei dipendenti.

Prima dell’incontro delle 18,30 il sindaco si vedrà per altre questioni con Franco Albertoni, presidente Aem Spa. Il vertice di maggioranza sarà definitivo, ha assicurato Perri, nel senso che da lì usciranno i nomi senza ulteriori rimandi. Il sindaco ribadisce quanto ha già espresso in merito al rimpasto: “Di una cosa piccola si sta facendo una questione gigantesca. Non è pensabile che possa fare a meno di una persona che si occupa di urbanistica, il Pgt va seguito. Teniamo presente che nella squadra al lavoro, non ci sono soltanto gli assessori ma tanti consiglieri con deleghe che svolgono con spirito volontaristico i loro compiti”. Un esempio, Giorgio Everet a fianco al sindaco dopo aver partecipato  insieme a una conferenza stampa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti