Commenta

Piena del Po, il livello del fiume torna a scendere

http://www.youtube.com/watch?v=IFG7bBmLwsc

Nelle foto, il fiume nella tarda mattinata di martedì

AGGIORNAMENTO – Ormai passata la nuova piena del Po a Cremona. Il livello del fiume ha sfiorato i tre metri sopra lo zero idrometrico, nei pressi del capoluogo, in mattinata: a partire dalle 4,30 oscillazione tra i 2,94 e i 2,95 metri. Più tardi, attorno alle 8,30-90, come mostrano le ultime rilevazioni, il Po ha cominciato a sgonfiarsi, toccando i 2,92 metri. Alle 11 è giunto a 2,87 sopra lo zero idrometrico.
Il tutto è stato causato dalle intense precipitazioni di questi giorni che hanno riguardato soprattutto la zona occidentale del bacino del fiume, e dal deflusso dai grandi laghi lungo gli affluenti. Il Po è costantemente monitorato e non sono previste situazioni di grandi criticità nel nostro territorio.

La Prefettura conferma l’intensa attività di monitoraggio attraverso una nota diramata nel pomeriggio. E invita sindaci e strutture della protezione civile a continuare a tenere sotto controllo le aree più vurnerabili.

Ecco il comunicato completo.

Nella mattinata odierna, sono proseguite, da parte della Sala Operativa della Prefettura, le attività di monitoraggio dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua della provincia e, in primo luogo, del fiume Po, allo scopo di valutare la necessità di eventuali misure preventive a tutela della pubblica incolumità.

Il Prefetto, Tancredi Bruno di Clarafond, unitamente al dirigente responsabile del settore di protezione civile della Prefettura, il viceprefetto agg. Beaumont Bortone, ha effettuato un sopralluogo lungo gli argini fluviale del Po e presso le principali strutture ricreative ivi presenti per un controllo diretto della situazione.

Nonostante perduri una situazione di moderata criticità in relazione ai significativi livelli idrometrici, non si segnalano, al momento, situazioni di particolare gravità.
Nel primo pomeriggio, peraltro, l’AIPo ha fatto pervenire alla Prefettura un aggiornato prospetto in ordine ai livelli idrometrici che testimonia l’inizio di un calo del fenomeno di piena in corrispondenza del Comune di Cremona, dove, alle ore 12.00 si è registrato, un abbassamento di 10 cm. nell’arco di 5 ore (da m. 2,94 a m. 2,84).
L’abbassamento idrometrico, che dovrebbe essere avvertito nelle prossime ore, anche nel Comune di Casalmaggiore, dovrebbe quindi esaurirsi gradualmente nell’arco delle successive 48/72 ore.

Il Prefetto, tuttavia, anche per aderire ad un espresso invito della Regione Lombardia – preposta al servizio di allertamento su tutto il territorio lombardo – ha testè diramato un nuovo messaggio alle strutture provinciali di protezione civile ed ai Sindaci dei comuni rivieraschi affinchè continuino a monitorare le aree dei rispettivi territori più vulnerabili ai fenomeni esondativi o di allagamento raccomandando l’adozione di eventuali provvedimenti contingibili ed urgenti a tutela della pubblica incolumità.

GALLERIA IMMAGINI: IL PO MARTEDI’ IN TARDA MATTINATA (FOTO SESSA)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti