Commenta

Fatture false e frode al fisco: chiesto il giudizio per 49 persone

TRIB-2

La procura ha chiesto il rinvio a giudizio di 49 persone coinvolte nella maxi indagine degli uomini della guardia di finanza su un’organizzazione criminale dedita alla frode fiscale attraverso l’emissione e l’utilizzo, in via sistematica, di fatture per operazioni inesistenti. L’udienza è stata fissata al prossimo 6 novembre davanti al giudice per l’udienza preliminare. Tra le persone per le quali è stato chiesto il giudizio ci sono professionisti e imprenditori legali rappresentanti di numerose società con sede a Cremona e in varie parti d’Italia, finite nel mirino delle Fiamme Gialle per aver frodato il fisco attraverso un sistema di fatture emesse per operazioni inesistenti da società cartiere. Per gli inquirenti, tra il 2005 e il 2009 sarebbero state emesse fatture false per un imponibile complessivo di 1.287.644 euro e per 256.568 euro di Iva evasa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti