Commenta

Galleria, i negozi restano vuoti e anche l'ex farmacia cerca inquilini

negozi-vuoti-evid

Niente da fare per Galleria XXV Aprile. Più di un imprenditore ha mostrato interesse, ma nessun nuovo ingresso per gli spazi commerciali vuoti da più o meno tempo: l’ex Esprit  (la paninoteca di Eataly era ad un soffio dal firmare ma poi si è tirata indietro); l’ex don Chisciotte, andato in corso Garibaldi, l’ex Dolci Cose (i cui titolari hanno traslocato in corso Mazzini) e, da ultimo, la bigiotteria che ha da poco lasciato il lato taxi della Galleria, per trasferirsi in largo Boccaccino dove gli affitti sono un po’ meno cari. A visitare i locali si sono recati anche dei gestori di kebab, ma senza poi concludere. Una lunga sequela di “ex”, per negozi che appartengono tutti ad uno stesso proprietario, e nessun nuovo ingresso, almeno per i prossimi mesi. In compenso, una paninoteca aprirà in via Gramsci proprio di fianco allo storico Ugo Grill.

Ma oltre alla Galleria si è aggiunta negli ultimi giorni un’altra serie di vetrine disponibili, quelle delle ex farmacia centrale. Sono comparse scritte a caratteri cubitali sulle cinque vetrine vuote all’angolo tra corso Campi e via Guarneri del Gesù. L’immobiliare che detiene tutto il palazzo delle ex Generali potrebbe aver rinunciato all’idea di affittare piano terra e primo piano ad un unico gestore (si parlava di Benetton) per farne un megastore della moda. In ballo qui ci sono oltre 260 mq di spazi commerciali, in una zona che farebbe gola a molti, in un altro contesto economico.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti