Commenta

Turismo, calano alberghi e B&B: -4,5% in un anno, peggio di noi solo Varese

turismo

Calano le strutture ricettive a Cremona. I dati sono stati diffusi dalla Camera di Commercio di Milano che ha messo a confronto le province lombarde. La nostra è la peggiore, seconda solo a Varese, per variazione dal 2011 al 2012: ben -4,5%. Questi i numeri: 42 il totale delle strutture ricettive sul territorio nel 2012, di cui 31 alberghi e strutture simili, 1 ostello della gioventù, 9 bed & breakfast e 1 campeggio. Il peso percentuale della nostra provincia nel settore turistico lombardo è dell’1,2%, il più basso dopo quello di Lodi, fermo allo 0,6%. Una tendenza, quella cremonese, inversa rispetto al trend regionale che vede otto province su dodici in crescita come numero di strutture ricettive. La provincia che offre il maggior numero di strutture alberghiere e turistiche è Milano che ne conta 975, il 27,6% del totale lombardo. Seguono Brescia con 765 imprese (21,7% lombardo) e Sondrio con 526 (14,9% lombardo). Le crescite percentuali maggiori in un anno si registrano, invece, a Monza e Brianza (+8,1%), Milano (+5,1%) e Lodi (+4,8%). In generale, la LOmbardia può contare su 3.531 strutture ricettive attive sul territorio, una su dodici in Italia, in crescita del 2,5% in un anno. Aumenta soprattutto l’offerta di strutture alberghiere e per soggiorni brevi o economicamente meno impegnativi come Bed & Breakfast e residence, +11,6%.

Imprese attive nel settore turistico alberghiero in Lombardia nel 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti