18 Commenti

L'Aem in via Divisione Acqui: tagli a riscaldamento e acqua calda

teleriscaldamento-evid

AGGIORNAMENTO – I tecnici di Aem si sono presentati presso il condominio di alloggi Erp di Borgo Loreto per effettuare il distacco del servizio di teleriscaldamento e acqua calda sanitaria nei confronti degli utenti  di via Divisione Acqui 4. Una visita inaspettata che ha lasciato allibiti i pochi residenti presenti, perchè dopo la commissione Affari Sociali di due settimane fa, tutti avevano capito che i tagli  delle utenze sarebbero stati sospesi fino a settembre. Il tempo per approfondire, da parte del tecnico comunale Marco Pagliarini,  se vi siano difetti di fabbricazione nell’impianto, come causa delle bollette – salasso relative allo scorso inverno. La speranza di una tregua è finita oggi pomeriggio, 13 agosto, per la verità dopo una serie di lettere di messa in mora da parte di Aem Gestioni. Gli addetti dell’azienda si sono presentati a suonare i campanelli. Almeno cinque le utenze interessate, una di queste appartenente ad una donna disabile. Lei, come altri, sostengono di avere regolarmente pagato i conteggi fatturati come acqua calda sanitaria, secondo le disposizioni ricevute a suo tempo dal direttore generale di Aem.  Il problema è che la bolletta è una sola e il grosso degli arretrati è relativo al teleriscaldamento invernale (oggi ovviamente chiuso). Resta il fatto che, se veramente la parte relativa all’acqua calda è stata pagata, non c’è motivo per tagliare l’utenza. Uno degli inquilini, non presente all’arrivo dei tecnici, è stato contattato al telefono, ha spiegato le sue ragioni, ricordando anche l’esistenza di un presunto pronunciamento contro i distacchi di Comune e Prefettura. Alla fine i distacchi non si sono concretizzati: troppi gli assenti da casa o di coloro che non hanno risposto al citofono.

In realtà, da verifiche fatte presso i Servizi sociali del Comune, non esiste alcun atto formale del Prefetto che imponga ai gestori dei servizi pubblici (acqua, luce gas), di sospendere i distacchi delle utenze in caso di morosità. Esiste invece una linea di intervento, voluta dall’assessore ai servizi sociali Luigi Amore d’intesa con la prefettura, che fa pressioni su Aem Gestioni affinché non vengano effettuati distacchi in alcuni periodi dell’anno. Un invito, una sorta di “moral suasion” che consenta al comune di intercettare le situazioni di fragilità sociale ed economica prima che diventino veri e propri casi sociali.

Interpellato sulla questione di oggi, l’assessore ai servizi sociali Luigi Amore torna a spiegare la posizione del Comune: “In commissione  abbiamo ribadito che se gli uffici tecnici appureranno l’esistenza di anomalie nell’impianto condominiale, verranno messe in atto azioni di rivalsa nei confronti del costruttore. E’ un’idea su cui concordiamo anche con il Pd. Questo non significa però che chi è indietro con le bollette di parecchi mesi  (ho visto bollette di acqua calda vecchie di 9 mesi) possa continuare a non pagare niente. Il fatto che ci potranno essere dei rimborsi per cifre pagate in eccesso non significa che gli inquilini siano esonerati dal pagamento rateizzato delle bollette pregresse. Io non sto difendendo Aem, ma mi pare che l’azienda sia stata disponibile a venire incontro alle varie situazioni attraverso pagamenti dilazionati, anche con rate di 200 euro. Certo però che gli interessati devono recarsi a chiedere le rateizzazioni. Non possono pensare di non pagare e basta. Anche perchè – ripeto- se emergeranno disguidi nell’erogazione del servizio, è ipotizzabile che ci saranno rimborsi in misura percentuale, non totale”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • GiuliaRita

    Complimentoni vivissimi!!!

  • Marco Rezzi

    L’asse store ha detto una cosa corretta… È sta uscendo tutto…. L’Aem e’ disponibile a rateizzare anche a cifre super ragionevoli…. Gli inquilini non possono pensare di non pagare e basta…. Se il Comune definirà che ci sono stati dei disguidi tecnici sarà solo per parte del servizio….. Può anche non essere piacevole…. Dirlo… Ma i servizi vanno pagati….se proprio dicono che le bollette sono troppo alte per motivi tecnici… Perché non iniziate a pagare.. 1.000 euro di arretrato….. 5 rate fanno 5 mesi…. Si fa a tempo a pagare almeno 4……

    • ex dipendente comunale

      rezzi stai prendendo da troppo tempo le difese Aem vai avanti cosi e vedrai che prima o poi ti assumeranno come esperto del teleriscaldamento, pagamenti rateali ecc . ma una volta non facevi parete dell’unione consumatori di Bellini? come mai questa virata a 180 gradi.
      Rezzi daghe na taia ,te set mia credibil.

      • Marco Rezzi

        Premesso che non faccio parte di nessuna associazione consumatori e premesso che mi firmo con nome e cognome e per inciso… Ho un lavoro in un’azienda privata… E non ho assoluta intenzione di cambiare lavoro…
        Detto questo perché l’Aem deve essere demonizzata se fa il suo lavoro?
        Riepilogo:
        A borgo Loreto il teleriscaldamento e’ stato fornito e fatturato sulla base dei risultati di un contatore fiscale.
        Come detto dall’assessore i residenti NON vogliono pagare, l’aem e’ disposta a rateizzare le bollette a valori bassi mensili, 200 euro, il comune si è’ impegnato a fare una verifica tecnica dei SUOI impianti termici negli appartamenti e se risultasse necessario interviene a pagare il saldo delle bollette.
        Quindi i residenti perché non vanno all’aem firmano il piano di rateizzazione con buona pace di tutti invece di fare inutili polemiche.
        Non esiste nessuna ordinanza prefettizia che vieta lo stacco delle utenze… Ma solo un accordo verbale tra comune aem e padania per non fare stacchi di acqua ed energia per qualche settimana (e per fortuna che c’è aem… Visto che i morosi di Enel energia ….. Vengono staccati senza deroghe… Anche oggi)
        Poi diciamocela tutta…. Un cliente moroso non presente ieri in casa sua a borgo Loreto….. È in ferie…. Quindi questo NON PAGA LE BOLLETTE MA VA IN FERIE…. Forse… Non è’ proprio così indigente come vuole farci credere…..
        Forse l’assessore Amore dovrebbe fare maggiori controlli incrociati con questi residenti delle case popolari…. E che sorprese scoprirebbe….
        Per ultimo….. Per chi è residente a Cremona sappia che i soldi che ci mette il comune in questi casi…. Vengono dalle addizionali comunali che noi paghiamo…. È giusto aiutare disabili e chi veramente è in difficoltà ma non chi non vuole pagare a prescindere….
        Può far male dirlo…. Ma i servizi vanno pagati
        Forse… Sono più credibile… Di chi gratuitamente vuole fare polemica e vuole solo servizi gratis a prescindere… A spese degli altri…
        Buona giornata a tutti

        • ex dipendente comunale

          1° forse adesso non fai più parte dell’unuione consumatori del dott Bellini, ma ricordo benissimo che ne facevi parte.
          2° questa tua difesa strenua dell’aem ci laSCIA MOLTO PERPLESSI ,SAPPI CHE TANTE BOLLETTE HANNO DELLE CIFRE ENORMI VEDI LA PROVINCIA DOVE UNA SIGNORA HA DICHIARATO CHE HA PAGATO 1200 EURO PER 40 GUIORNI DI TELERISCALDAMENTO .
          3° DOPO L’INTERVENTO PRINCIPALMENTE DI SCIACCA SULLE TV E SUI GIORNALI ED DI ALCUNI COMITATI CITTADINI , IL COMUNE HA AMMESSO CHE CI SONO DEI PROBLEMI SULLE FATTTURAZIONI
          4° è CERTAMENTE GIUSTO PAGARE ,MA è ASSURDO PAGARE PER IL TELERISCALDAMENTO COLABRODO GESTITO ALL’ITALIANA CON CONTINUI RIMPALLI DI Responsabilità TRA COMUNE .AEM ALER ECC .
          5° L’IDEA DI SCIACCA DI SGANCIARSI DAL TELERISCALDAMENTO CHE A SUA DETTA è POSSIBILE ,IO NON POSSSO CONFERMARLO IN QUANTO NON SONO UN TECNICO ,ANCHE SE HO LAVORATO IN COMUNE OLTRE 20 ANNI, PENSO CHE QUESTO INVERNO I COMITATI CHIEDERANNO AI CITTADINI DI CHIUDERE LE VALVOLE DI ADDUZZIONE AL TELERISCALDAMENTO E ALLORA NE VEDREMO DELLE BELLE, E LEI PROBABILMENTE NON SAPPRA’ Più COME DIFENDERE LA SUA AMATA AZIENDA .

        • Agnese80

          Di certo come può affermare che l’utente non presente sia in ferie lo sa solo lei, se vuole parlare di come vengono spesi i soldi dei Servizi Sociali, vuole aprire davvero il vaso di Pandora?
          E’ solo sua opinione che gli utenti colpiti nella sua città non vogliano pagare, ma li legge i giornali ho difendere AEM per lei è un hobby appagante, potrei consigliargliene altri più fruttuosi, come quello di pagare servizi che non gli sono stati erogati.

          • Marco Rezzi

            Il bello e’ che i servizi SONO stati erogati…. Al centesimo….. Lei invece a prescindere c’è l’ha con l’Aem? Potrei elencare società o personaggi più appaganti da attaccare… Magari con risultati migliori…. Non crede?

          • Agnese80

            Leggendo tutta la storia e stando alle dichiarazioni di esponenti come Caterina Ruggeri, risulta che negli appartamenti non vi era calore, quindi se non vi è calore e il servizio è calore il calore non è stato erogato indipendentemente dal contatore, come quando lei va dal benzinaio e il contatore è stato modificato lei paga per una quantità “fatturata” ma non erogata.Le consiglio di rileggere bene tutta la storia che di materiale in rete ve ne è molto…

          • Marco Rezzi

            Il calore c’era, il calore e’ stato erogato, il calore e’ stato fatturato… Il calore deve essere pagato…. Non dia credito alle informazioni riportate… Ma ai fatti…. Gli stessi inquilini hanno affermato con lettera pubblicata online che non volevano più il calore dalla fine di marzo….. E sennò avessero ricevuto calore perché chiedere l’interruzione….
            E forse piano piano viene fuori la verità.
            Verità che riguarda un impianto magari non perfettamente funzionante all’interno dei singoli condomini… E qua vediamo cosa dice il costruttore… Il comune…. È qua l’assessore e’ stato chiaro…
            Verità che dice che il calore e’ stato erogato,, verità che dice che l’Aem e’ disposta a concedere rate di favore sotto l’egida dell’assessore ai servizi sociali.
            Verità che dice che l’assessore afferma che gli inquilini devono pagare.
            Verità che alcuni inquilini si rifiutano a prescindere di pagare…. Nonostante qualcuno abbia ammesso di avere scritto la disponibilità a rateizzare…. Ma che non va a farlo…
            Forse, togliendo l’attenzione dalla giusta e dovuta assistenza alle persone anziane o in difficoltà, sempre tramite i servizi sociali, forse c’è malizia da parte di qualcuno, magari…. Residente li’…. Che non vuole che le cose si mettano a posto….
            Trascinando nella polemica gente che non ha colpa….. Che in buona fede fa azioni non corrette……
            Magari ha bisogno di notorietà…..

          • Agnese80

            A me hanno insegnato a valutare i fatti, dopo la sua serie di verità ci stava un Amen e che AEM sia Lodata, mi hanno insegnato anche che non si giudica ciò che non si vive, io credo alla parola di un esponente della sua città come Caterina Ruggeri, e per conoscenza personale so che le persone coinvolte lo sono per caso, al contrario di chi come lei si lagna di altri, salvo continuare a leggere e a lagnarsi, siamo sicuri che non è lei che vuole notorietà, di certo sono sicura che il sig. Elia Sciacca sarà felice di averla alla conferenza che farà a Settembre e discutere anche con lei delle sue fantasiose teorie, e magari potrà aprire la sua mente ai fatti reali, sempre che l’azienda per la quale lavora non sia collegata ad AEM quindi i conti tornerebbero.

    • cittadino

      Hai pienamente ragione! Ma oggi tutti pretendono i servizi ma non sono disposti a fare la loro parte, cioè pagare il dovuto!

  • grigiorosso

    Non sarebbe più logico far pagare a queste persone una bolletta calcolata sui valori medi per appartamenti con quella superficie utile e poi, dopo aver effettuato le verifiche, operare il conguaglio? Non credo che ci vorranno anni per verificare il funzionamento corretto o meno degli impianti interni ad ogni singolo appartamento.

  • ex dipendente comunale

    1. CARO Signor Rezzi forse adesso non fa più parte dell’unione consumatori del dott Bellini, ma ricordo benissimo che ne faceva parte, e riceveva i clienti SETTIMALMENTE nello studio deLL’ ASSOCIAZIONE UNIONE CONSUMATORI IN PIAZZA SAN MICHELE CREMONA
    2° SAPPIA CHE diverse , non so quante SONO LE BOLLETTE HANNO DELLE CIFRE ESAGERATE VEDI LA PROVINCIA DOVE UNA SIGNORA HA DICHIARATO CHE HA PAGATO 1200 EURO PER 40 GIORNI DI TELERISCALDAMENTO .
    3° DOPO L’INTERVENTO PRINCIPALMENTE DI SCIACCA SULLE TV E SUI GIORNALI E DI ALCUNI COMITATI CITTADINI , VEDI VIA DIVISIONE ACQUI , DURANTE UNA CONFERENZA DEI SERVIZI L’ING PAGLARINII HA AMMESSO CHE CI SONO DELLE ANOMALIE E IL COMUNE HA AMMESSO CHE CI SONO DEI PROBLEMI SU QUELLE FATTTURAZIONI TROPPO ELEVATE
    4° E’ CERTAMENTE GIUSTO PAGARE, I CONSUMI MA E’ ASSURDO PAGARE PER IL TELERISCALDAMENTO COLABRODO, GESTITO ALL’ITALIANA CON CONTINUI RIMPALLI DI RESPONSABILITA’ TRA COMUNE, AEM ALER .
    6° , PENSO CHE QUESTO INVERNO I COMITATI CHIEDERANNO AI CITTADINI DI CHIUDERE LE VALVOLE DI ADDUZZIONE AL TELERISCALDAMENTO E ALLORA NE VEDREMO DELLE BELLE, E LEI PROBABILMENTE NON SAPPRA’ PIU’ COME DIFENDERE LA SUA AMATA AZIENDA .

    • Marco Rezzi

      Firmati con nome e cognome
      Io non faccio parte e non ho mai fatto parte di nessun comitato… Magari esiste anche l’omonimia….
      Ho solo ripreso ciò che è la verità… Poi se lei vuole fare una campagna propagandistica contro tutto e tutti si accomodi…
      Il teleriscaldamento costa quanto uno ne usufruisce… E se ci sono dei motivi tecnici INTERNI al palazzo COMUNALE in cui si abita… Il comune interverrà… Nel mentre i buoni cittadini devono pagare…
      È nel mentre lei cominci a firmarsi con nome e cognome… E se ha qualche rimostranza oggettiva da fare al comune o all’aem l’ indirizzo di questi e’ ben conosciuto…. Si presenti e contesti…
      In caso contrario… Faccia pure polemica…. Ma fine a se stessa
      Qua si fa solo dietrologia, l’auspicio e’ che i cittadini corretti seguano l’ indicazione dall’assessore Amore… E sottoscrivano un piano di rientro agevolato….
      Lei se ha qualcosa da contestare all’aem l’indirizzo e’ viale Trento e Trieste 38…. Ma si presenti con nome e cognome e ci metta la faccia…..

      • ex dipendente comunale

        se anche mi firmo con nome e cognome il contenuto delle mie osservazioni non cambia , ripeto lei sta prendendo le parti dell’azienda in modo non chiaro per noi lettori, mentre molti cittadini singolarmente o attraverso incaricati esperti o comitati stanno criticando l’operato dell’azienda ,se poi lei ritiene che l’azienda abbia ragione nulla in contrario ma la smetta di difendere l’indifendibile e si metta dalla parte di coloro che si vedono arrivare bollette astronomiche e se non possono pagare si vedono tagliare le utenze. se lei non comprende questi drammi io non posso farci nulla.

  • ex dipendente comunale

    caro marco rezzi se anche mi firmassi con nome e cognome il contenuto delle mie osservazioni non cambierebbe , ripeto lei sta prendendo le parti dell’azienda in modo non chiaro per noi lettori, mentre molti cittadini singolarmente o attraverso incaricati esperti o comitati stanno criticando l’operato dell’azienda ,se poi lei ritiene che l’azienda abbia ragione nulla in contrario ma la smetta di difendere l’indifendibile e si metta dalla parte di coloro che si vedono arrivare bollette astronomiche e se non possono pagare si vedono tagliare le utenze. se lei non comprende questi drammi io non posso farci nulla.

  • Elia Siacca

    Non volevo intervenire, ma vedo che il Signor Rezzi continua a dichiarare che il teleriscaldamento, si paga in base a quello che si consuma infatti dichiara che A borgo Loreto il teleriscaldamento è stato fornito e fatturato sulla base dei risultati di un contatore fiscale. Signor Rezzi mi sa che abbia ragione la signora Agnese 80, che dichiara che la sua difesa per l’azienda in perfetta solitudine non sia per caso da associare all’azienda per la quale egli lavora?, non sia collegata ad AEM quindi i conti tornerebbero.
    Rezzi la smetta di parlare di contatori fiscali e amenità varie,lo sa che se c’è una perdita nel sistema di teleriscaldamento lato circuito secondario e visto che la manutenzione è scarsa sino a quando qualcuno non si accorge le spese sono a carico dei condomini, e non vengono rimborsate, si informi per quei palazzi dove c’è la sede di alcuni negozi tra i quali l’emittente cremonese ,che dovettero a detta dei residenti pagare bollette salatissime.
    quindi la smetta di fare il paladino dell’AEM non è credibile.

    • marco rezzi

      In bocca al lupo… lei detentore dello scibile umano sapra’ illuminarci..
      Comunque non lavoro per l’ aem e non sono nemmeno mai stato un fattorino di caorso…
      Come i cinesi vedrò la fine si questa storia…
      E vedremo come finira’.. i circuiti secondari… non esiste un circuito secondario nella rete di teleriscaldamento… e viene fatturato solo quello che c’e’ all’ entrata dell’edificio…
      In bocca al lupo per tutto…