3 Commenti

Cultura, sport e tradizione, Ferragosto a Cremona

biciclettata-ferragosto

Cultura, sport e tradizione. Ecco cosa c’è a Cremona e in provincia nella giornata di Ferragosto. In primo piano, come ogni anno, la processione lungo il fiume Po della Madonna di Brancere. L’appuntamento è alle 15.30 per il corteo fluviale di vogatori e natanti a motore fino al Sales (Lido Ariston). Giovedì 15 agosto tutte le sedi espositive del Sistema museale di Cremona resteranno aperte con il consueto orario festivo. Unica eccezione il Museo della Cività contadina “Cambonino Vecchio” che è chiuso per il periodo estivo, ma che alla sera ospiterà lo spettacolo dei Burattini d’estate.

BICICLETTATA DI FERRAGOSTO

Nell’ambito delle manifestazioni di Cremona città europea dello sport 2013 è inserita la tradizionale Bicicletàadà dè Feragùst, organizzata dal Dopolavoro ferroviario di Cremona, giunta alla sua 27^ edizione che si tiene giovedì 15 agosto. Il ritrovo è alle ore 8.00 in via Bergamo 19, alla sede del Dopolavoro Ferroviario e partenza alle ore 9,00 per il seguente itinerario: via Bergamo dalla sede del DLF, piazza Risorgimento, viale Trento e Trieste, piazza Libertà, via Ghisleri, via Buoso da Dovara, via Postumia fino al confine del territorio comunale e proseguimento con rientro verso le ore 11.00/11.30 per lo stesso

BURATTINI AL CAMBONINO

Continua la rassegna Burattini d’estate. Il terzo appuntamento, al Museo della civiltà contadina il “Cambonino vecchio” è per giovedì 15 agosto, alle 21,30, con la compagnia Walter Broggini e Massimo Cauzzi, che racconterà la storia padana di “Paolino e il Po”.

Una storia che si dipana in un paese della Bassa, sulle rive del Po. Ci sono gli argini e le boschine, le zanzare e le cicale, ci sono i personaggi, veri o immaginari, che popolano questi luoghi, c’è il paese, di cui s’intravede l’alto e sottile campanile, la piazza e l’osteria, luoghi d’incontro e di scontro, luoghi di invidie o di festa. E c’è Paolino, esperto pescatore, che  trascorre  la vita pacificamente, anno dopo anno, pescando nelle acque del grande fiume quel che gli basta per vivere e che dedica amorevoli cure  alla sua vecchia barca, la  “Sbrisolona”.

Il Po la fa da protagonista, calmo e lento o a volte rabbioso e minaccioso.

La storia è raccontata spostando continuamente i piani del racconto dentro o fuori, sopra o sotto la “baracca”, usando tecniche diverse di animazione e la figura del narratore, che “cuce” la trama e “tende” l’ordito.

In caso di maltempo lo spettacolo sarà rappresentato altrove. L’ingresso è a pagamento di 1 €.

SAGRE E FESTE IN PAESE

A Torre de Picenardi c’è ‘La Festa de li tur’ con musica dal vivo, gastronomia, mercatino di prodotti tipici, gara di pesca. A Pizzighettone va in scena la tradizionale ‘Festa di San Rocco’, festa con tombolata e concerto bandistico. Festa dell’Avis a Corte de’ Cortesi con animazione, mostra, sfilata di trattori d’epoca. A Crema la Tortellata cremasca con tortelli tipici e musica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Ernesto

    Mamma mia che CULTURA a Cremona !!!!!

  • KulturaKremonese

    Wow, sono paralizzato dala quantità e varietà dell’offerta e non so cosa scegliere!
    Ci si può sempre buttare in Po o dal Torrazzo…

  • Elisabetta

    Grazieeeeee De Bona !!!