Commenta

Full immersion nell'inglese, alla Campi debutta il City Camp

CAMPI OK-evid

La scuola media Campi inaugura il nuovo corso quale sede di istituto comprensivo (Cremona1) con il primo City Camp in lingua inglese, una novità assoluta per la città, iniziato questa mattina 2 settembre con il coinvolgimento di 34 studenti delle medie inferiori e di qualche alunno delle elementari. Tre i tutor madrelingua: Zak, 25 anni, dal Sudafrica; Sally, 24 anni dall’Australia ed Eimear, nome quasi impronunciabile per i non anglofoni, 21 anni dall’Irlanda. Al loro entuasiasmo e alla capacità di  coinvolgere  i giovani cremonesi con attività didattiche, ludiche e di relazione, spetterà il compito di fare appassionare allo studio dell’inglese. L’italiano sarà rigorosamente abolito nei cinque giorni del campo, attivo dalle 9 alle 17 e dislocato negli spazi interni e all’aperto della scuola di via Gioconda.

Una full immersion accompagnata dai tre insegnanti di lingua dell’Istituto, Luisa Pedroni, Anna Barbieri e Carmen Fanciullo, alle prese anche con un avvio di anno scolastico diverso da tutti gli altri, per lo start up dell’Istituto comprensivo. A fare gli onori di casa il preside uscente della Campi Carmine Filareto, e il nuovo titolare  Piergiorgio Poli, che ha parlato dell’importanza dell’approccio diretto con la lingua straniera e ha vantato la primogenitura delle scuole primarie confluite nell’Istituto comprensivo nell’acquisire la certificazione esterna per lo studio dell’inglese.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti