Cronaca
Commenta42

Forza Italia cerca contatto con la piazza "Pdl partito freddo, ora si cambia"

La raccolta di firme per i referendum proposti dai Radicali riporta in piazza Forza Italia, o meglio il Pdl alla ricerca dell’entusiasmo che aveva caratterizzato la nascita degli azzurri nel 1994. Anche a Cremona il Popolo della LIbertà è sceso tra la gente del mercato con molti suoi esponenti: il coordinatore provinciale Luca Rossi, Mino Jotta, il coordinatore cittadino Francesco Zanibelli, gli assessori della giunta Perri Nicoletta de Bona e Federico Fasani, il consigliere Mirella Marussich e altri di passaggio. 126 le firme raccolte al banchetto, che si sommano a quelle dei Radicali in corso Campi.  Il ritorno a Forza Italia ormai non è più un desiderio di qualcuno, ma prerequisito necessario in vista del ritorno alle urne, anche per le amministrative. E le motivazioni dei referendum passano in secondo piano rispetto alla necessità di rilanciare gli aspetti più popolari del partito. “Il Pdl è nato come una fusione a freddo di diverse entità – commenta il coordinatore Rossi –  non c’è stato un percorso di condivisione dal basso. E’  rimasto un partito freddo, un contenitore dove i contenuti si sono sviluppati poco. Adesso le cose stanno cambiando, tutta questa gente (i firmatari raccolti attorno al banchetto, ndr) non ci sarebbe stata solo qualche tempo fa. E’ la dimostrazione della volontà di partecipazione della gente e della vicinanza ai partiti su determinati temi di interesse comune.  La nuova Forza Italia nasce dal rapporto con la gente e  ha un’anima. Stiamo recuperando i suoi valori originari, quali il concetto di Stato meno invasivo nella vita dei cittadini, di centralità della persona e della libera iniziativa”.

Al di là del ricompattamento del partito attorno a questi concetti cardine, dei 12 quesiti referendari proposti dai Radicali (che per la raccolta firme hanno un banchetto separato in corso Campi) hanno trovato l’adesione del Pdl soprattutto quelli relativi alla responsabilità civile dei magistrati e alla separazione delle carriere. Gli altri quesiti riguardano: abolizione dell’ergastolo, magistrati fuori ruolo, divorzio più snello, tolleranza sulle droghe leggere, limitazione utilizzo custodia cautelare, abolizione finanziamento pubblico ai partiti, libertà di scelta 8Xmille, rimozione ostacoli al lavoro per gli immigrati.

I Radicali continueranno la raccolta firme oggi pomeriggio e domani, in corso Campi, lato ex farmacia centrale. Il Pdl sarà ancora mobilitato a Cremona (piazza Stradivari, lato SpazioComune) nel pomeriggio di sabato 7 e domenica 8 in galleria XXV Aprile; lo stesso sabato 14 e domenica 15. Banchi anche sul territorio: a Casalmaggiore nelle domeniche 8 e 15 settembre; a Castelleone domenica 15 come pure a Spino d’Adda, dove ci sarà anche l’occasione di un incontro tra il coordinatore Rossi, il sindaco e il coordinatore cittadino del partito. Domenica 8 raccolta firme a Crema; inoltre dei gazebo saranno collocati a Piadena, Gussola, Soncino, Soresina, Pizzighettone.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti