Commenta

Le imprese fanno rete contro la crisi economica: boom di alleanze

impr-evid

Cresce a ritmo elevato il numero di “alleanze” tra imprese per fronteggiare la crisi sul territorio. Le difficoltà economiche sono ancora tante e difficili da superare. Per questo molte realtà, in provincia, hanno deciso di “mettersi in rete”. Reti di imprese: opportunità che permettono di avere in comune attività e risorse, di scambiare informazioni e processi innovativi, con l’obiettivo di migliorare il funzionamento aziendale, adattarsi alle sfide dei nuovi mercati e rafforzare conseguentemente la competitività. Tra novembre e maggio, nel Cremonese, i contratti di questo genere risultavano quasi raddoppiati (da 9 a 16, con imprese coinvolte passate da 13 a 28) . Ora, gli ultimi numeri, dimostrano un ulteriore, e più forte, sviluppo delle reti.

Secondo un’elaborazione della Camera di commercio di Milano (dati Infocamere) a luglio 2013 sono saliti a 378 i contratti come questi in Lombardia (erano 277 a maggio 2013). Coinvolgono 1.393 aziende, 306 in più in due mesi. La Lombardia è la regione leader in Italia con oltre un terzo del totale dei contratti di rete conclusi e il 26,7% delle imprese nazionali coinvolte. Prima la provincia di Milano con 409 imprese (+76 in due mesi, quasi 8% del totale italiano), seguono Brescia (280, +100) e Bergamo (155, +48). Vengono poi Monza che passa da 87 a 101 superando Varese (con 94, erano 80), Como 91 e Lecco 88 (rispettivamente: +13 e +10). In provincia di Cremona si parla di 40 imprese coinvolte  a luglio (erano, come detto, 28 a maggio) e 21 contratti (+5).

Industria, servizi professionali, costruzioni e commercio i settori lombardi più attivi nel fare rete: rappresentano rispettivamente il 38%, il 17%, il 12% e l’11% del totale delle imprese coinvolte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti