Commenta

Dopo 40 anni Otello al Ponchielli: una festa popolare

otello

L’Otello è tornato dopo oltre quarant’anni al Ponchielli e lo ha fatto con una autentica festa popolare con la fanfara dei Bersaglieri all’accoglienza e un simpatico cadeau finale per le signore, rosa bianca e profumo. E festa è stata anche dentro al teatro per una realizzazione davvero notevole sia per il cast vocale  (ottimo Walter Fraccaro nel ruolo di Otello, Alberto Gazzale per Jago – un po’ troppo guitto e poco malvagio in alcuni quadri- , Daria Masiero per Desdemona) sia per la messa in scena, minimalista nelle scene ma efficace con quella pedana a scalini che, ruotando movimentava il palcoscenico come ha voluto il regista Stefano De Luca. Bene anche Cassio (Giulio Pelligra) ed Emilia (Raffaella Lupinacci). Efficace la direzione d’orchestra di Gianpaolo Bisanti, una garanzia sul podio dei tanti teatri dove ha raccolto numerosi successi. Ottimo il coro del Circuito Lirico Lombardo e il Coro di voci bianche del Conservatorio di Como. Da ricordare l'”Esultate”. Applausi per tutti nell’avvio di una stagione che si preannuncia interessante per tutti i melomani con alcune chicche in cartellone da non perdere. Si replica venerdì sera e domenica pomeriggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti