13 Commenti

Inquinamento, scelte su traffico e industrie

Lettera scritta da Circolo AmbienteScienze

Il Circolo culturale “AmbienteScienze”, un’associazione che sul tema dell’inquinamento atmosferico, ha speso molte delle sue energie giungendo a redigere un dignitoso contributo  per la stesura del PRIA della Lombardia condiviso dall’associazionismo cremonese e in parte mantovano, (“Salviamo il paesaggio” della provincia di Cremona, LUCI, CreaFuturo, “Oltre lo Specchio SNOQ – Cremona”, la sez. di Cremona di Legambiente e dall’associazione di Mantova “Ambiente e Salute”), pur senza sorpresa, ha accolto positivamente per le conseguenze che ne dovrebbero derivare la notizia apparsa oggi sul sito dello IARC, l’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della Sanità, (Publication No. 161) nella quale si ufficializza che «Outdoor air pollution a leading environmental cause of cancer deaths», ossia che l’inquinamento atmosferico è tra il più diffuso agente ambientale causa di morte per cancro.

Certo di interpretare anche i sentimenti delle altre citate associazioni, il Circolo “AmbienteScienze” auspica una presa d’atto delle governaces delle istituzioni di qualsiasi livello e l’assunzione di atti conseguenti sul piano politico, legislativo, normativo e amministrativo.  Per quanto riguarda il nostro territorio, gli auspici vanno per un ripensamento di quelle scelte che hanno sempre ignorato il bisogno di contribuire all’abbattimento dello smog nella pianura padana ed in particolare con la chiusura al traffico automobilistico dei centri storici, con un più rigoroso controllo delle emissioni industriali, con maggiori investimenti per il risparmio energetico nel settore dell’edilizia pubblica, con l’abbandono dello smaltimento dei rifiuti attraverso l’incenerimento e con altro ancora.

Per il Circolo “AmbienteScienze”

Benito Fiori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Aceto

    Tutti benestanti e benpensanti ad ambientescienze, noi viviamo più in basso.. dove serve il sudore.. dove non si misurano le pm10 ma solo i soldi per far andare avanti la famiglia.

    • bungatore

      ma in famiglia sono tutti come lei…….???

      • sandra

        Per fortuna.Fossero come te avremmo già chiso bottega.

        • bungatore

          non si preoccupi……..lei non ha mai aperto……………..!!!!!!!!!!

  • sandra

    Cominciamo tutti ad averne un po’ le p…. piene di questi ambientalisti ( o pseudoambientalisti ) a scoppio ritardato. Siete in ritardo di una ventina d’anni , amici. Oggi le emergenze sono altre.Con buona bace per le vostre citazioni in inglese. Aggiornatevi.

    • bungatore

      a ridatece cozzaglio…………………!!!!

      • sandra

        E ricomincia…poveretto.E’uno psicotico senza speranza.

        • bungatore

          SARà..MA LA VERITà FA MALE………A LEI………….!!!!

  • heather

    Proprio lungimiranti i Cremonesi che scrivono commenti….andate a lavorare con le vostre bellissime auto e scarrozzate i figli a scuola rimanendo a motore acceso nei vicoli del centro mentre state a chiaccherare con altri genitori…
    Ammalatevi di cancro respirando smog e mangiando diossina…poi vediamo i soldi cosa vi servono!!
    Chissà perchè molti paesi fanno buisness sul riciclo dei rifiuti e creano posti di lavoro a tante persone…e noi qui in pianura padana con i problemi naturali che abbiamo, dobbiamo tenerci pure gli inceneritori.. Dobbiamo fare la fine dei cinesi? Ma i nostri amministratori dove sono?

    • bungatore

      ringrazia perri…….!!!!

      • sandra

        Grazie Oreste ; ma anche grazie Corada, grazie Bodini , grazie Tadioli- Garini.
        Se Oreste è un lontano parente , Tadioli e Garini sono rispettivamente il papà e la mamma dell’ inceneritore. Te lo sei scordato ?

        • bungatore

          gli errori degli altri NON giustificano i propri………..o NO………..???!!

  • sandra

    Un merito questa lettera ce l’ ha. Quello di averci fatto conoscere l’ acronimo SNOQ , che irrompe sulla scena di prepotenza insieme ai gulp e ai sob.