2 Commenti

Campo atletica, copertura tagliando gli alberi

Lettera scritta da Luci Cremona

Nel dicembre 2010 salì agli onori della cronaca la vicenda della copertura della tribuna del campo scuola (impianto sportivo attrezzato per atletica leggera), che avrebbe segnato la fine della bella alberatura che la circonda. A tale notizia era seguita una notevole ‘mobilitazione’ di cittadini, una lettera, firmata da 12 tra associazioni e comitati, aveva contribuito a tenere accesi i riflettori su tale vicenda ed era stata fatta formale richiesta di visionare il progetto e, più in generale, di avere maggiori informazioni su tutta l’operazione. Questa agitazione aveva ‘costretto’ l’amministrazione comunale ad uscire con il seguente comunicato stampa:

In merito ad alcune lettere e prese di posizioni apparse in questi giorni, si precisa che nell’ambito dei lavori della realizzazione della Cittadella dello Sport, così come previsto dalla convenzione sottoscritta tra il Comune di Cremona e l’U.S. Cremonese, verranno realizzati, per la parte relativa e di competenza del Centro Sportivo Giovanile dell’U.S. Cremonese, la pista di atletica indoor e la copertura della tribuna. Si tratta di opere compensative richieste dal Comune alla U.S. Cremonese a favore della cittadinanza.

Allo stato attuale il progetto della copertura è in fase di revisione così da evitare, per quanto possibile, l’abbattimento di eventuali essenze arboree.

Nell’eventualità che, alla fine della revisione del progetto, sussista qualche possibile incompatibilità con uno o due alberi, si valuterà con attenzione la possibilità di effettuare un loro trapianto, considerato che, trattandosi di tigli, l’operazione offre la sicurezza di una buona riuscita.

A conferma di ciò, si fa presente che tutti i trapianti di questo tipo sino ad ora effettuati hanno avuto successo.

 

Ufficio Stampa Comune di Cremona

In realtà la fantomatica ‘revisione del progetto’ non è mai stata nemmeno presa in considerazione, anzi, non era neppure prevista dalla procedura una qualunque revisione: il progetto era quello, prendere o lasciare. La pazienza paga sempre, avranno pensato i machiavellici residenti del Palazzo, e così, ‘tranquillizzati’ i cittadini e confidando nella poca memoria dei propri amministrati, è bastato attendere ed ecco la bella notizia dei giorni scorsi: la copertura della tribuna e la pista indoor si faranno e saranno per gli atleti d’acciaio!

I cittadini avranno la soddisfazione di sapere di essere stati per l’ennesima volta presi per i fondelli in maniera equa da maggioranza ed opposizione, nella migliore tradizione forte con i deboli e servilmente debole con i forti.

I veri sconfitti saranno gli alberi, ben più di uno o due, che probabilmente troveranno una nuova collocazione nella ‘centrale a biomasse’ (alias inceneritore) di cui nessuno parla più.

Luci Cremona

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Holtzmann

    Non si è mai sentito parlare di un medagliere degli “atleti d’acciaio”. In città abbiamo avuto tanti risultati sportivi importanti dalle nostre canottieri ma non si è mai sentito lo stesso dal campo di atletica. A dire il vero neppure di eventi importanti svolti al campo di atletica, o persi perché manca una struttura degna d’ospitarli.
    Inoltre lasciare gli alberi comporta anche la pulizia del campo dalle foglie (che rottura!). Forse è meglio eliminarli.
    Cui prodest ?

  • caius giulius caesar

    Mi sembra giusto che l’atleta cremonese respiri asfalto e cemento (tagliando anke gli alberi), quell’ossigeno cattivo prodotto dalle piante, che apre i polmoni fornisce energia e consente di bruciare i grassi, altrimenti come fa a vincere la concorrenza della mafia dell’asfalto e del cemento?