Un commento

La Lega tesse la tela degli anti-Perri Pronto l'accordo con i pensionati

Untitled-3

Mentre Oreste Perri continua a sfogliare la sua margherita elettorale (“Mi candido? Non mi candido?”) e Gianluca Galimberti sta valutando il modo di presentarsi ai cremonesi per ufficializzare la sua corsa a sindaco civico appoggiato dal centrosinistra (una conferenza stampa, una lettera-proposta sottoscritta da decine di personalità cittadine, un incontro pubblico?), in silenzio la Lega Nord sta tessendo la tela per essere il terzo incomodo nella corsa elettorale per la guida della città di Cremona. Il modello è quello che ha portato all’elezione di Bobo Maroni alla guida della Regione Lombardia: una lista di partito e alcune realtà locali guidate da cremonesi doc. Secondo alcune notizie che filtrano dalla sede di via Araldi Erizzo dovrebbe essere ormai questione di ore la sigla di un patto elettorale con il Partito dei Pensionati (che vale il 3% in città). Ma le sorprese dal Carroccio non sarebbero finite. Infatti ci sarebbero almeno altre due liste civiche pronte a correre con loro, una potrebbe mettere in campo alcuni ex sostenitori di Perri e persone conosciutissime in città e provincia. I movimenti della Lega, finora snobbati dal Pdl-Fi(?), potrebbero invece provocare un terremoto nel centrodestra togliendo eventualmente alla ipotetica candidatura di Perri percentuali a due cifre che farebbero riflettere i suoi più decisi sostenitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    La lega scava la fossa nella quale tumularsi. Meglio così. L ‘ impulso all’ autodistruzione ha prevalso.