Commenta

75mila euro da Regione per finanziare eventi e arredo urbano in centro

cremona

Risorse fresche per far crescere i distretti del commercio di Cremona, Casalmaggiore, Pandino e Crema. Li ha stanziati Regione Lombardia in base alla graduatoria pubblicata oggi (ieri per chi legge, ndr) che distribuisce oltre 4 milioni di euro su tutto il territorio regionale.
“Cremona e la sua provincia – commenta il consigliere del PdL Carlo Malvezzi – dimostrano ancora una volta di voler spingere sulla valorizzazione delle proprie eccellenze, tra le quali il settore del commercio, soprattutto quello di vicinato, riveste un ruolo importante. Regione Lombardia, dal proprio canto, premia questi sforzi sostenendo i distretti più meritevoli”.
Il quinto bando dei Distretti del Commercio vede finanziato il “Distretto delle Terre Casalasche”, presentato dal comune di Casalmaggiore, con 72.500 euro; il “Distretto – Un salotto per Cremona: verso l’eccellenza”, presentato dal comune di Cremona, con 75.000 euro; il “Distretto del commercio Visconteo”, presentato dal comune di Pandino, con 71.692,50 euro; il “Distretto Centro storico: il naturale e qualificato centro commerciale della città di Crema”, con 64.310,46 euro.
“Tra l’altro, grazie al rifinanziamento del bando approvato oggi dalla giunta – precisa ancora Malvezzi – anche il progetto del comune di Crema é rientrato tra quello ammessi e finanziati. Il supporto di Regione Lombardia servirà a rendere più attrattivo il nostro territorio, soprattutto in vista di Expo 2015. I distretti urbani sono la forma più adeguata per incrementare l’attrattività territoriale integrando l’offerta commerciale, le potenzialità ricettive, le proposte artistiche e culturali e i prodotti derivanti dalla filiera lombarda, nei settori agroalimentare, manifatturiero e artistico. Questa – conclude Malvezzi – é la sfida di oggi e soprattutto di domani. Regione Lombardia è al fianco di chi investe e trasforma la propria passione imprenditoriale in una opportunità di ricchezza per tutti”.

In particolare, il progetto per Cremona è il frutto della collaborazione tra Comune (ente capofila), Provincia, Camera di Commercio, associazioni dei commercianti e dell’artigianato. Un progetto incentrato sull”Andar in Cremona per violini e botteghe”, come recita il sottotitolo e che propone un pacchetto turistico di due giorni in quattro tappe, tra sabato e domenica e che include un’escursione finale sul Po. Tra gli interventi che grazie al co-finanziamento potrebbero arrivare, c’è l’acquisto di panchine ed elementi di arredo urbano per le aree pedonali, pannelli informativi, riqualificazione dei sagrati di piazza S.Antonio Maria Zaccaria e chiesa di San Vincenzo; videosorveglianza in piazza Marconi, nuove postazioni wi-fi gratuite ed altro ancora. Tra le particolarità contenute nel progetto, anche l’installazione a cura di AemCom di un sistema di rilevamento delle presenze pedonali ai vari eventi che verranno organizzati, per capire quali funzionano meglio. Inoltre: strategie di rilancio del centro storico, quali animazione e sistemi che favoriscano il riutilizzo dei negozi sfitti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti