10 Commenti

Evitato altro sfratto in piazza Cadorna, 'Le case popolari ci sono'

nosfratto-evid

Un altro sfratto bloccato, nel primo pomeriggio, per iniziativa del Comitato Antisfratto di via Mantova. Il primo, affermano gli attivisti, di una serie di azioni previste questa settimana per riaffermare il diritto alla casa come elemento fondamentale per la dignità umana. Oggi l’azione dimostrativa ha riguardato una famiglia di quattro persone  residente in piazza Cadorna. Davanti all’ufficiale  giudiziario, alla proprietà  e agli agenti della Polizia è stata firmata una proroga di due mesi durante la quale – afferma uno dei portavoce degli attivisti – ci si augura che il Comune si dia da fare per trovare una sistemazione a queste persone. “Con l’occupazione di via Platina – afferma il Comitato –  abbiamo evidenziato che le case popolari ci sono, ma il Comune non le assegna o è lento nel farlo”. I casi portati all’attenzione del Comitato vengono attentamente vagliati prima di diventare oggetto di azioni dimostrative come quella di oggi, riferisce uno dei portavoce. Nel caso di piazza Cadorna ci sarebbero molti elementi a difesa delle ragioni degli inquilini, tra l’altro già in graduatoria per un alloggio pubblico e conosciuti dai servizi sociali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • CREMONESE DOC

    Ormai il Comune e’ schiavo di questi quattro pagliacci comandati da un vecchio nostalgico di non si sa che cosa!!!
    Che schifo!!!
    Che vergogna, il centrodestra (?) alleato con gli estremisti comunisti!!!!

  • cremona1983

    ma come cavolo si fa? ma stiamo scherzando? 2 manganellate sulle mani e 2 calci nel sedere altro che impedire li sfratti. a mali estremi estremi rimedi. FUORI DAL LORO CENTRO SOCIALE SUBITO

    • Zander Nirk

      ABITO A BORGIO LORETO, VIENILE A DARE A ME DUE MANGANELLATE SE HAI LE PALLE, BASTA CHE CHIEDI E TI DICONO TUTTI DOVE TROVARMI …

      • Mario

        Bloccare un ufficiale giudiziario che sta compiendo il proprio dovere d’ufficio è un reato!
        Occupare abusivamente è un reato!
        Imbrattare un muretto in Via Mantova (casualmente vicino al CSA Dordoni” con la scritta “comitato antisfratto” è un reato!

        credere di potere cviolare la legge impunemente o esaltare chi viola la legge è un comportamento tipicamente fascista! E’ dai tempi cupi di Farinacci che a Cremona non si vedevano squadristi comportarsi così!
        Vergogna! Le vere forze democratiche di questa città devono isolare e denunciare questi violenti!

  • Il Comitato AntiSfratto non appartiene ad uno o l’altro centro sociale, è a se stante, retto dalle famiglie che lo compongono e che lottano tutti i giorni contro gli sfratti. Che poi, a livello solidale, ci siano appartenenti di partiti, associazioni, singoli individui e altre realtà organizzate, è un’altro discorso.

    Arrivare alla fine del mese e non poterrsi permettere di pagare l’affitto è una cosa frustrante.
    C’è chi di fronte a questa situazione sceglie di perire e chi di lottare.

    Le famiglie del Comitato AntiSfratto (che sono sempre in crescita) hanno scelto di lottare, di non vedere le loro vite annullate da debiti per morosità incolpevole e austerità.

    Per quanto riguarda le “due manganellate” diciamo subito che non sarà l’uso della forza a spaventarci o a farci fare passi indietro, anzi.

    Dopo la #sollevazione del #19o siamo tornati con più forza nei territori, determinati a portare avanti l’ #assedio!

    Nota:
    Anche oggi Giovedì 21 Novembre saremo di fronte a più di un’abitazione a impedire l’esecuzione dello sfratto!

    • CREMONESE DOC

      Proprio a se stante non so, basta passare dal dordoni in via Mantova e leggere le scritte, comunque si condanna il fatto che fate le lotte a vostro piacere, in relazione a dove tira il vento, una volta siete i no tav, un’altra il comitato antisfratto, un’altra volta il blocco studentesco, un’altra gli antifascisti, insomma, ne avete sempre una e siete sempre i soliti, … perche’ non fate una lotta contro i graffittari? Ah no, non sapreste cosa fare!
      Mettete a disposizione uno dei palazzi in cui vivete per queste persone, portateli a casa vostra in attesa che gli venga assegnata una casa, no e’, sarebbe troppo privarsi delle proprie comodità casalinghe!
      Dimenticavo, vi spacciate anche per pacifisti, non dovreste rispondere alle manganellate con la stessa moneta, ah già, ma lo siete solo se vi attaccano, se attaccate e spaccate tutto potete!
      La lotta che fate, sarebbe giusta se consideraste illegale chi è negli alloggi e non ne ha il diritto, invece voi queste cose non le considerate, comoda la vita!

  • Luciano

    Ma cosa ti hanno fatto per farti diventare così? Il mondo è stato cattivo con te? Povero piccolo così solo e indifeso!
    E poi come mai i tuoi genitori ti odiavano così tanto da darti un nome così?
    Abbiamo chiesto di te a Borgo Loreto e ti risparmio i commenti… di cento non ci hanno detto che sei un gran lavoratore…
    E poi smettila di vestirti così alla tua età… Fai il bravo ometto…

  • Vittorio

    Ma andate a lavarvi e dal barbiere che siete ridicoli!

  • francesco

    Ma che bel gruppo di faccine intelligenti! ma non avete un lavoro?
    Intellettuali come voi avranno sicuramente compiti di grande resposabilità…

  • barabba

    case agli extra e ai barboni