Commenta

Tamoil, dieci anni (se va bene) per bonifica aree esterne

bonifica

foto Sessa

Ad andar bene la bonifica Tamoil delle aree esterne durerà altri dieci anni. Lo ha spiegato l’assessore all’Ambiente Francesco Bordi  in risposta all’interrogazione di Giancarlo Schifano, oggi in Consiglio Comunale, che esprimeva pesanti dubbi sul funzionamento della barriera idraulica, sulla base delle perizie commissionate dal Gip nell’ambito del procedimento penale per inquinamento ambientale a carico di alcuni dirigenti della raffineria. Bordi si è detto stupito che nonostante le numerosi riunioni pubbliche su questo argomento  (commissioni ambiente e Osservatori Tamoil) vi sia ancora qualcuno che “crea falsi allarmi, facendo del facile populismo si questa storia”  citando anche le analisi del Politecnico che escludono “vi siano e vi siano stati pericoli per le salute”.

“La ditta – ha spiegato tra l’altro Bordi –  ha messo in atto tutte le operazioni utili per il ripristino ambientale. Ultimamente è stato risolto il problema inerente una sacca di gas in superficie. Non mi sento  di dare una data di fine lavori per il recupero delle aree esterne. A questo punto mi sento di affermare che se ci vorranno 10 anni siamo fortunati, perché si sta trattando di una  impresa veramente titanica visto il grado di inquinamento iniziale”. Bordi ha anche confermato che la barriera idraulica sta funzionando da 7 anni: si tratta della “messa in sicurezza” che meglio si attaglia alla sitazione in cui si trova Tamoil: nelle aree interne infatti, la bonifica non è obbligatoria in quanto l’attività è ancora in corso: quello che si farà sarà una “messa in sicurezza operativa”. Schifano si è dichiarato comunque non soddisfatto, “non mi sto inventando nulla, ci sono 368 pagine dei periti in cui si dice che la barriera idraulica non ha funzionato come doveva”. Una discrepanza che si spiegherebbe con lo sfasamento temporale tra le analisi dei periti del gip (risalenti agli anni 2007/2009, ha detto Bordi) e quelle risultanti dai successivi e ripetuti monitoraggi Arpa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti