Commenta

Focr, convenzione rinnovata: Comune stanzia 35mila euro

focr

Su proposta dell’assessore alle Politiche Educative e della Famiglia Jane Alquati, la Giunta ha dato il via libera al rinnovo della convenzione tra Comune e Federazione Oratori Cremonesi per gli anni scolastici e pastorali 2013 e 2014. La convenzione si inserisce nell’ambito del protocollo triennale di collaborazione in atto ed approvato dalla Giunta nell’ottobre ottobre 2011. “Esprimo piena soddisfazione per questo rinnovo – dichiara l’assessore Alquati – che prevede un riconoscimento, da parte del Comune, dell’importante attività che  svolgono gli oratori come agenzie educative”. L’importo stanziato per il 2013 è di 35.000,00 euro  e di 69.000,00 euro quello previsto per il 2014.

L’Amministrazione promuove e sostiene progetti sia trasversali sia specifici in collaborazione con gli oratori della cittadini. Tali progetti sono finalizzati all’accompagnamento educativo, allo sviluppo delle competenze individuali e di gruppo, al sostegno ai disagi, all’integrazione consapevole, sono gestiti e tradotti dalle realtà parrocchiali locali con l’ausilio di volontari e cooperative sociali del territorio.

E’ stato inoltre  attivato un tavolo di coprogettazione e confronto che ha il compito di elaborare analisi e valutazioni dei bisogni, raccordare le proposte e armonizzare i servizi resi e le risposte degli utenti in termini di gradimento ed efficacia. In particolere sono stati individuati i seguenti progetti: Ferialià e informalità in oratorio: una scelta, un bisogno, un sostegno; Estate Grest; Intervento educativo oratorio Cambonino; Spazio gioco Maristella; Dopo scuola S.Agostino; C’è qualcuno da incontrare?; Sostegno allo studio; In oratorio con la testa.  Una volta conclusi i progetti condivisi, gli oratori rendicontano alla Focr di Cremona quanto è stato realizzato. La Federazione Oratori trasmette poi all’Amministrazione la rendicontazione complessiva. Completato l’iter, l’Amministrazione corrisponde il sostegno prestabilito che va a beneficio del tessuto sociale dei vari quartieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti