Commenta

Cremo, contro Carrarese ritrovare feeling con lo Zini

cremo

Ritrovare il feeling con lo Zini. Questo l’obiettivo per la Cremonese alla vigilia dell’appuntamento casalingo contro la Carrarese (diretta twitter su CremonaOggi dalle 14.30). Un successo in campionato allo Zini manca ai grigiorossi dal lontano 20 ottobre, quando in rimonta arrivò un 2-1 che stese il Lumezzane. Nel mezzo tante delusioni e pochi punti, che hanno aperto molte polemiche intorno alla squadra di Torrente.

Ora la sfida contro la Carrarese della presidentessa Seredova, moglie di Gigi Buffon, e del direttore generale Sandro Turotti, massimo dirigente grigiorosso per quattro anni di gestione Arvedi, apre un mese di dicembre che avrà il compito di mostrare l’effettivo valore della Cremonese.  Dopo i toscani infatti ci saranno Vicenza, Venezia e il 22 dicembre la partitissima in casa della capolista Entella. Un autentico tour de force.

Dopo quasi due mesi ritorna fra i pali Bremec, mentre in difesa Minelli (rientrato dal lungo infortunio mercoledì in coppa Italia) dovrebbe accomodarsi in panchina lasciando spazio alla coppia centrale formata da Abbate e Bergamelli. A centrocampo Martina Rini sembra in vantaggio su Armellino per comporre la mediana con gli intoccabili Palermo e Loviso. In avanti confermato il tridente di domenica scorsa.

La Carrarese, reduce da due vittorie consecutive, è stata ripescata in estate dopo la retrocessione ottenuta al termine dello scorso torneo. E’ una squadra giovane senza grandi ambizioni, dove gli unici elementi di spicco sono l’ex grigiorosso Dettori e la punta Cellini.

COPPA ITALIA – Prosegue senza intoppi la marcia della Cremonese in Coppa Italia. Mercoledì è arrivato il successo per 2-0 contro la Pro Patria grazie alle reti di Francoise e Casoli. Contro il Cuneo (11 dicembre) ai grigiorssi basterà un pareggio per staccare il pass per le semifinali.

Probabile formazione Cremonese (4-3-3): Bremec; Avogadri, Abbate, Bergamelli, Visconti; Martina Rini, Loviso, Palermo; Casoli, Brighenti, Carlini. All.: Torrente.

Matteo Zanibelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti