Cronaca
Commenta5

Dieci nuove telecamere in centro Via Palestro sorvegliata speciale

Nuovi occhi per il “grande fratello” del sistema di videosorveglianza delle strade cittadine. Il Comune ammoderna le telecamere già in funzione e ne noleggia di nuove, tramite la controllata AemCom, per un valore di 54mila euro, dal 1 dicembre 2013 al 31 dicembre 2014. Dando così attuazione a quanto previsto nei protocolli siglati con  forze dell’ordine e prefettura. Una decina i nuovi acquisti di telecamere di tipo “dome”, che verranno installate in altrettanti punti della città: corso Garibaldi (piazza Cittanova); all’intersezione corso Vittorio Emanuele / via Ala Ponzone; corso XX settembre/via San Lorenzo; Via Mantova/Via dell’Annona; in piazza IV Novembre; piazza S. Antonio  Maria Zaccaria; in piazza S. Agostino, con due postazioni di cui una fissa. La piazza, su cui si affaccia anche la scuola elementare  Capra Plasio, è stata ripetutamente presa di mira dagli imbrattatori di mura e ripulita dagli Alpini. Sorveglianza speciale in via Palestro, sede della maggior parte delle scuole superiori, dove sono addirittura tre i palazzi che verranno tenuti sotto controllo permanente: una telecamera sarà installata all’intersezione con via Oberdan (palazzo dell’istituto Anguissola), un’altra al civico 17, per sorvegliare sia palazzo Soldi; sia la palazzina comunale del civico 34, sede del circolo Acli Conca e di altri locali pubblici.

Il capitolato d’appalto sottoscritto tra comune, attraverso il comandante della Polizia Municipale Fabio Germanà Ballarino,  e AemCom  prevede inoltre l’ammodernamento delle telecamere già installate in piazza Cadorna, alle ex tramvie, in Galleria 25 aprile; all’incrocio tra viale Trento Trieste e corso Garibaldi; a Porta Venezia, porta Milano, alle montagnole  dei giardini pubblici, nei dintorni del parco del Vecchio Passeggio e in piazza Roma / via Solferino, oltre a quelle più decentrate del cimitero (via Cipressi e via Boschetto). AemCom dovrà garantire assistenza tecnica per le richieste di intervento ad orari prestabiliti, con servizio di help desk,  e fasce di reperibilità per l’esecuzione degli interventi sul sito, oltreché la diagnosi e l’identificazione dei guasti da remoto. Interventi e sostituzioni dei materiali dovranno avvenire entro 12 ore dalla segnalazione del guasto, mentre la riparazione entro 48  ore dalla presa in carico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti