Commenta

Turismo cremonese, imprese in aumento ma diminuisce il numero di addetti

turismo-evid

In crescita il numero delle imprese del settore turismo in provincia di Cremona. A prima vista sembrerebbe un segnale incoraggiante, anche perché come da più parti auspicato da questo settore potrebbe passare il rilancio del territorio dopo anni difficili di crisi economica. Osservando però il numero degli addetti si nota un calo che impedisce ancora di sorridere. Se infatti le imprese (tra alloggi, servizi di ristorazione e servizi di agenzie di viaggio) sono passate dalle 1.819 del 2012 alle 1.841 del 2013 (+1,2 per cento), gli addetti nello stesso periodo sono scesi da 6.433 a 6.254 (-2,8 per cento). In particolare l’aumento delle imprese è stato registrato nelle aree alloggi e servizi di ristorazione (lieve calo nei servizi-agenzie di viaggio: da 54 a 52 imprese). La diminuzione degli addetti ha riguardato prevalentemente le attività dei servizi di ristorazione: da 6.168 a 5.972 addetti (in aumento quelli nell’area alloggi, in lieve calo nei servizi delle agenzie di viaggio).

I numeri arrivano da un’elaborazione del Servizio studi della Camera di commercio milanese su dati Infocamere. “Quasi 55 mila le imprese del settore (in Lombardia, ndr) con 263 mila addetti e quasi 11 miliardi di fatturato – si legge nella sintesi dell’elaborazione -. Dopo Milano con oltre 18mila imprese, si posizionano Brescia e Bergamo rispettivamente con 8.380 e 5.830 imprese. Il settore cresce nella regione e passa da 54.109 a quasi 54.769 imprese, circa settecento in più in un anno, grazie anche all’effetto Expo”. Calano però gli addetti: da 269.485 a 262.900.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti