Commenta

La Vanoli torna dalla Sardegna a mani vuote, Sassari è super

evid vanoli

Foto d’archivio

La Vanoli Cremona torna dalla trasferta in Sardegna con una sconfitta per 95-61 contro la Dinamo Sassari. I cremonesi non sono riusciti a rovinare la festa dei padroni di casa per la storica conquista della Coppa Italia 2014. Si poteva sperare in un loro rilassamento che non s’è verificato. Troppo forte questa Dinamo per Cremona. Partono nel modo giusto i sassaresi che impongono subito il loro ritmo al gioco passando in testa 11-2 al 3’. A sorpresa nel quintetto iniziale coach Pancotto inserisce Johnson tra i biancoblu per avere più forza in difesa, ma con scarsi risultati. I sardi colpiscono il bersaglio da tre punti ed è 16-2 al 5’. La Vanoli ha una reazione e recupera qualcosa arrivando sino a meno quattro sul 18-14 ed al 10’ il parziale è 22-16. Coach Sacchetti chiede più attenzione ai suoi e la ottiene: 30-18 al 12’, margine che poi amministra con sicurezza controllando la situazione sino all’intervallo, chiudendo sul 48-35. La Vanoli sembra rientrare in campo con diverso atteggiamento, ma è solo un’illusione perché Sassari rimette presto le cose a posto. Al 26’ i locali scappano pericolosamente approfittando della perdita di parecchi palloni (13) da parte della Vanoli: 63-46 per poi arrivare al 28′ sul 68-48. Capitan Vanuzzo trova facili tiri da tre punti da varie posizioni. Al 30’ è 70-51. Nell’ultimo quarto la situazione non cambia: Cremona tocca  meno 29 di ritardo e coach Sacchetti dà spazio agli uomini della panchina, in vista dell’impegno di Europ Cup infrasettimanale. In settimana Rich e compagni dovranno voltare pagina, lavorare sodo in allenamento e trovare la concentrazione per affrontare nel modo giusto domenica al PalaRadi la Giorgio Tesi Group Pistoia, in una sfida in cui sarà fondamentale vincere prima della doppia trasferta di  Cantù e Roma.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti