Commenta

Incentivi alle attività produttive a Cremona Incontro pubblico

ex armaguerra

Nella foto, l‘area dismessa dell’ex Armaguerra

Pacchetto localizzativo di incentivi e agevolazioni rivolti alle attività produttive e del terziario avanzato che investono nel comune di Cremona. Questo il tema dell’incontro pubblico, promosso dall’Assessorato alla Pianificazione Urbanistica del Comune di Cremona, in programma  venerdì 21 febbraio, alle 10,00, nella Sala Mercanti della Camera di Commercio (via Baldesio, 20). Intervengono Giandomenico Auricchio, presidente della Camera di Commercio di Cremona il sindaco Oreste Perri, Carlo Malvezzi, consigliere regionale, vice presidente della Commissione IV Attivita’ Produttive e Occupazione della Regione Lombardia, Federico Fasani,Assessore all’Urbanistica – Edilizia Privata del Comune di Cremona. Sono inoltre in programma gli interventi di Mirko Grasselli, presidente di AEMCom s.r.l., e dei rappresentanti delle associazioni di categoria: Carlo Beltrami, presidente di ANCE Cremona (Associazione Nazionale Costruttori Edili), Alberto Griffini, presidente di Apindustria, Umberto Cabini, presidente dell’Associazione Provinciale Industriali, Giovanni Bozzini, presidente CNA Cremona, Massimo Rivoltini, presidente Confartigianato Cremona, Giuseppe Capellini, presidente di Reindustria.

Uno degli obiettivi più rilevanti dell’Amministrazione è promuovere e rendere più attrattivo il territorio comunale favorendo strategie legate alla tematica del lavoro, delle politiche a sostegno dell’innovazione, della sperimentazione, dello sviluppo, del  potenziamento dell’imprenditoria locale e la riqualificazione del territorio. Per favorire questo, l’Amministrazione ha sviluppato un Pacchetto localizzativo contenente misure di natura amministrativa ed economica da offrire ai potenziali investitori esterni. La Variante generale al PGT (Piano di Governo del Territorio) valorizza i poli produttivi, specificando le loro vocazioni e sviluppando un Pacchetto localizzativo, per dare corso all’attuazione del piano attraverso specifici accordi con i privati sulla base di chiari indirizzi di sviluppo che, da un lato, valorizzino l’imprenditoria e, dall’altro, garantiscano il risanamento e l’incremento della qualità ambientale.

Il Pacchetto localizzativo, destinato alla valorizzazione del contributo della piccola e media impresa industriale, dell’artigianato e del terziario avanzato/quaternario teso allo sviluppo del sistema produttivo delle aree a Cremona, si configura come uno strumento per promuovere il territorio della città. All’interno del Pacchetto localizzativo vengono istituiti e predisposti vantaggi per le imprese che scelgono di insediarsi nel comune di Cremona, agevolazioni specifiche per gli insediamenti efficaci solo su questo territorio. I vantaggi possono essere di natura urbanistica (oneri di urbanizzazione), edilizia amministrativa, fiscali/tributari, finanziari, di supporto all’attività delle imprese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti