Commenta

I palazzi delle vie d'acqua aperti per le Giornate di Fai

irrigazioni-evid

Il tema dell’acqua sarà una dominante delle prossime giornate Fai di primavera, con l’apertura di centinaia di luoghi solitamente non visitabili in tutta Italia. Sabato 22 e domenica 23 marzo apriranno a Cremona le sedi del consorzio Irrigazioni cremonesi – Naviglio Città di Cremona con sede a Palazzo Zignani di via Cesare Battisti e il consorzio di Bonifica Dugali, Naviglio, Adda Serio di via Ponchielli 5. Entrambi collocati in palazzi storici, il primo dalla caratteristica facciata in barocchetto di fronte alla sede della Banca Popolare; il secondo collocato nel contesto nell’ex convento dei Gesuiti di cui fa parte anche la chiesa di San Marcellino e il liceo classico Manin.

Il palazzo del consorzio Irrigazioni è di origine cinquecentesca e al piano terra è conservato un singolare dipinto seicentesco, con la riproduzione del corso del Naviglio e l’evidenza dei manufatti idraulici che lo fiancheggiano. Al primo piano una curiosa decorazione in stile ormai romantico, probabilmente di Angelo Mora (1769-1834), attivo a Cremona e a Crema oltre che in vari altri centri della zona, ma la cui figura è sfuggita fino ad ora alla ricostruzione critica, rendendo assai difficoltosa la certezza dell’attribuzione. L’ex convento dei gesuiti risale invece alla metà del Seicento, progettato dal Ricchino, architetto del collegio di Brera a Milano.  Per un elegante scalone si accede al primo piano, dove si trova l’ampio Salone della Congregazione Maggiore, decorato dal grandioso affresco settecentesco, San Luigi Gonzaga presenta alla Vergine Gregorio XIV, solo recentemente attribuito al bavarese Johann Georg Fockhetzer. Dopo la soppressione dei Gesuiti qui fu aperta la Biblioteca pubblica, ora in Palazzo Affaitati. Le visite guidate saranno a cura degli studenti del Liceo Europeo e Liceo Linguistico “Beata Vergine” e del Liceo Ginnasio Statale “D. Manin e dell’IIS “Ghisleri”, sezione relazioni internazionali per il marketing (ex Pacle) e sez. associata Geometri Vacchelli.  Orario: ore 10 – 12,30 (ultimo ingresso ore 12) e  14,30 – 17,30 (ultimo ingresso ore 17) sia sabato che domenica. La presentazione delle due giornate, con inaugurazione di una mostra tematica sui manufatti idraulici del territorio, avverrà invece il venerdì precedente, 21 marzo, alle ore 16 presso l’Archivio di Stato, via Antica Porta Tintoria 2.

Inoltre venerdì 14 marzo presso il Museo Archeologico di via San Lorenzo 1 alle ore 17, incontro “Cremona in età augustea” e visita guidata al museo con interventi di Marina Volontè, conservatore del Museo Archeologico di Cremona e consulente scientifico per le collezioni archeologiche del Museo Civico di Crema, e di Gianluca Mete, archeologo. Il museo sarà eccezionalmente aperto anche domenica 23 pomeriggio, oltre al consueto orario di apertura mattutino.

Per chi volesse unire cultura a movimento, domenica 23 marzo si potrà raggiungere  in bicicletta la località “Tombe Morte” di Genivolta, dove è prevista una visita guidata al nodo idraulico a cura dell’ingegnere Stefano Loffi, e alle 16 l’inaugurazione del monumento a Bruno Loffi. Partenza di gruppo dalla stazione ferroviari di Cremona, Stazione FS alle ore 8,45. Info su www.fiabcremona.it

Per tutti gli appuntamenti del Fai in provincia e fuori , consultare i siti:  www.giornatefai.it www.fondoambiente.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti