Commenta

Il Parco del Vecchio Passeggio vetrina per 'uso, riuso e baratto'

baratto. evid

Domenica 30 marzo, dalle ore 10,00 alle 19,00, nel parco del Vecchio Passeggio di viale Trento e Trieste, si svolgerà Uso Riuso e Baratto, iniziativa che nasce dalla collaborazione tra i Settori Ambiente, Commercio e Territorio del Comune di Cremona con il coinvolgimento di cittadini e associazioni. Nei vialetti del Vecchio Passeggio vi saranno banchetti dove saranno esposti oggetti e beni, raggruppati per aree tematiche, si potranno esporre, barattare e cedere. “In questi anni dove la crisi economica impone stili di vita più sobri e rispettosi dei beni e delle cose che fanno la nostra quotidianità – dichiara al riguardo l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Bordi – imparare a dare il giusto valore agli oggetti che non utilizziamo più, che ingombrano le nostre case, cantine e garage è diventato una forma di rispetto per l’ambiente e per il diritto dei nostri figli di vivere in un mondo più sostenibile. Anche in risposta a queste nuove necessità, grazie alla collaborazione tra i vari Assessorati, è stato messo a punto un progetto sperimentale per dare vita ad un mercatino composito dove si possa dar spazio e nuova vita agli oggetti usati e dismessi che altrimenti sarebbero finiti in discarica”.

Ci sarà uno spazio, con 18 banchetti, riservati ad espositori scelti dalla coordinatrice Alessandra Raggi, per gli ogetti e le cose usate. Un altro spazio sarà dedicato all’artigianato artistico, ad oggetti fatti in casa e all’hobbystica, questa volta sotto il coordinamento di Anna Moruzzi. Infine uno spazio per lo scambio ed il baratto: circa sedici banchi destinati alle associazioni e messi a disposizione di tutti i cittadini che vorranno scambiare e barattare cose oggetti portati per l’occasione. Questa sezione è gestita da La Banca del Tempo, che in merito ha redatto un sintetico regolamento d’uso, frutto di esperienze analoghe svolte in altre città. Poche e semplici le regole che governano il baratto: gli oggetti devono essere puliti, funzionanti, non rotti; le dimensioni degli oggetti che si vogliono barattare devono essere quelle che, in linea di massima, possono essere contenute nel baule di un’automobile. Al termine ognuno riporta via gli oggetti non barattati. Sono esclusi dallo scambio: beni molto ingombranti (è possibile eventualmente portare una foto che li riproduce); beni preziosi; prodotti pericolosi. Mariuccia Minelli e le sue collaboratrici della Banca del Tempo e La Danza delle Ore spiegheranno anche come sia possibile scambiare servizi e saperi così come avviene fra i Soci della Banca.

Tutti i cittadini possono partecipare come espositori. Chi vuole barattare, scambiare o cedere oggetti sarà libero di decidere senza accollarsi spese di plateatico o tasse. Infatti, essendo una manifestazione di carattere occasionale ed estemporaneo i partecipanti sono liberi da vincoli fiscali. L’iscrizione è molto semplice: è sufficiente inviare una mail all’indirizzo info.ambiente@comune.cremona.it indicando nome e cognome, un recapito telefonico e la tipologia di merce che si vuole trattare: vendita di cose usate; vendita o scambio di prodotti artistici e hobbystica; scambio e baratto di cose. Requisiti indispensabili sono un tavolino su cui esporre le cose e un blocchetto di ricevute non fiscali per tenere traccia di tutto ciò che viene trattato. Per facilitare il lavoro degli espositori, Polizia Locale ed AEM rilasceranno permessi per poter parcheggiare l’auto in prossimità dell’evento. Inoltre, i parcheggi antistanti il muro di cinta di viale Trento e Trieste saranno riservati esclusivamente agli espositori per garantire le operazioni di carico/scarico.

A supporto e a margine dell’iniziativa, la Mauro Moruzzi Junior Band allieterà i partecipanti con musica dal vivo alle ore 16.30. Inoltre, le associazioni ospitate nella Cittadella dei servizi alla persona esporranno per i cittadini lavori ed iniziative degli ospiti delle strutture: ANFFAS – Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali; LAE e LAE DUE – recupero delle abilità cognitive di base, sviluppo delle autonomie sociali e delle capacità socio-relazionali; Gruppo Articolo 32 – Assistenza medica gratuita a immigrati e italiani senza tessera sanitaria; A.I.S.L.A. – Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica; Di.Di.A.Psi. – Difesa Diritti Ammalati Psichici; ARCO – Associazione Ricerca in Campo Oncologico; La Tartaruga – Associazione Cremonese Parkinson e Disturbi del Movimento, Fondazione Telethon; A.I.D. – Associazione Italiana Dislessia. In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata al prossimo autunno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti