Commenta

Premio Zanibelli, presentata la seconda edizione a Roma

evidenza-zanibelli

Nella foto, Angelo Zanibelli

La letteratura come strumento di divulgazione e informazione sui temi sanitari e il dialogo tra i vari attori del “sistema della salute” per garantire una sanità sostenibile e attenta alle esigenze dei cittadini. Sono questi i messaggi della seconda edizione del Premio “Leggi in Salute – Angelo Zanibelli”, promosso da Sanofi in memoria del direttore comunicazione e relazioni istituzionali (e consigliere comunale dell’Udc a Cremona) scomparso nel 2012. Un premio dedicato alle opere letterarie sui temi della salute.

La presentazione del Premio, moderata dal giornalista Antonio Polito, si è svolta oggi presso la Sala Caduti di Nassirya del Senato e ha visto la partecipazione di Gianni Letta, Presidente della Giuria, Arturo Zanni, Presidente e Amministratore Delegato di Sanofi Italia, e di Franco Marini, già Presidente del Senato della Repubblica. Erano presenti anche i giurati Luca Pani, Direttore Generale dell’AIFA, Mariapia Garavaglia, Direttrice dello IASS, Carla Massi, giornalista de Il Messaggero, Maria Emilia Bonaccorso, giornalista Ansa, oltre alla famiglia Zanibelli e alla vincitrice della prima edizione, Emanuela Baio, autrice del libro “Dolce di mio. Come convivere con il diabete”.

“È motivo di grande orgoglio e commozione per tutti noi trovarci oggi, in questa sala del Senato, per presentare la seconda edizione del Premio Leggi in Salute – Angelo Zanibelli,” ha affermato Arturo Zanni. “Il successo dello scorso anno, nato dal desiderio di interpretare il senso profondo dell’attività professionale di Angelo, ha testimoniato quanto sia importante creare occasioni per riflettere e dibattere sui temi legati alla salute, al benessere dei pazienti e al nostro sistema sanitario e contribuire a una corretta informazione su questi temi, e ci ha incoraggiato a proseguire con maggiore passione nel fare di questo evento un momento di sintesi tra i vari protagonisti e attori del sistema della salute”.

Nato per commemorare Angelo Zanibelli, il Premio, che ha annoverato la partecipazione di ben 11 libri alla sua prima edizione, si è già imposto come punto di riferimento per quegli autori che hanno fatto della salute l’oggetto della propria opera letteraria. L’edizione di quest’anno si rivolge a tutti gli autori di libri, saggi, o manuali che abbiano come argomento la salute o la sanità, pubblicati nel corso del 2013. Per partecipare è sufficiente inviare, entro il 24 giugno 2014, il proprio volume in formato e-book o pdf all’indirizzo premiozanibelli@sanofi.com. Il bando completo dell’iniziativa e il modulo d’iscrizione sono disponibili sul sito www.sanofi.it.

Una giuria indipendente, presieduta da Gianni Letta e composta da rappresentanti del mondo delle Istituzioni e specialisti dell’informazione sanitaria, assegnerà il premio – una statuetta, simbolo del Premio “Leggi in Salute – Angelo Zanibelli”, e l’acquisto di 100 copie – al volume che si sarà maggiormente distinto per il proprio contributo a una corretta e utile informazione sui temi sanitari.

Nel corso della cerimonia di premiazione, che si terrà il 9 ottobre a Roma, presso la sede dell’Ambasciata di Francia, saranno assegnati anche due riconoscimenti speciali: il premio “Personaggio dell’anno”, attribuito a una persona ritenuta meritevole di aver contribuito con il proprio lavoro ad una migliore comprensione delle dinamiche in ambito sanitario o clinico; e il premio “Destinazione Paziente 2.0”, rivolto alle donne under30, che avranno presentato un progetto, originale e inedito, per facilitare, attraverso la tecnologia, l’accesso e il flusso di informazione da e verso i pazienti. La Giuria prenderà in considerazione i primi 20 progetti ricevuti. All’autrice del miglior progetto sarà offerta la possibilità di un’esperienza professionale in Sanofi della durata di un anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti