Commenta

Melazzini a sostegno di Perri: "Cremona ha grandi potenzialità"

melazzini-evid

Una filiera istituzionale che parte dal comune, arriva in Regione e approda in Europa. É quello che spera si realizzi, con la rielezione di Oreste Perri a sindaco di Cremona e di Massimiliano Salini a europarlamentare nelle file del Nuovo Centrodestra, l’assessore regionale alle Attività produttive Mario Melazzini, arrivato in città per sostenere la candidatura dei due amministratori di cremonesi.
“Chi vota per il Nuovo Centrodestra vota Oreste Perri – ha detto per introdurre l’incontro, Carlo Malvezzi, coordinatore provinciale del NCD -. E quindi vota per la continuità di un’amministrazione che ha cambiato in meglio la città. Ci presentiamo agli elettori con le carte in regola, perché la nostra é stata  un’amministrazione amica delle imprese, delle famiglie e delle iniziative delle persone”. Malvezzi riserva agli avversari una stoccata: “C’è chi parla di attrattività e chi le imprese le ha portate a Cremona davvero, come ha fatto la giunta Perri con il colosso industriale Maschio. C’é chi parla di Polo Tecnologico e chi lo ha realizzato davvero. Oreste Perri é un  campione della concretezza, quella che ha sempre usato nella vita e nello sport e che gli é servita in questo difficile e bellissimo compito che é fare il sindaco”.
Melazzini ha ricordato di essere stato a Cremona già 5 volte in qualità di assessore e che “ogni volta ho avuto la conferma delle sue potenzialità che fanno grande la Lombardia. Sono molto felice di pensare che queste realtà troveranno un valido supporto nella legge ‘Impresa Lombardia’ che ha introdotto strumenti facilitanti e attrattivi per chi vuole fare impresa, agendo sulla semplificazione, sburocratizzazione e defiscalizzazione. Per arrivare a far crescere sempre di più ogni territorio c’é bisogno anche di una filiera istituzionale che dal comune arrivi in Regione e salga fino a Bruxelles. Per questo sostengo la candidatura di Oreste Perri e Massimiliano Salini”.
Anche il sindaco uscente ha parlato di Europa e di quanto fatto per Cremona negli ultimi 5 anni. “Vogliamo avere più Italia in Europa: la maggior parte delle regole si fanno là. Per candidarsi a sindaco bisogna avere coraggio e spirito di servizio. Bisogna innanzitutto avere una squadra. Nello sport si dice che un uomo solo vince una partita, ma con la squadra si vince il campionato. Il nostro stile é quello dei fatti, non dell’alzare i toni”.
Perri cita un dato significativo: “Abbiamo investito 84 milioni di euro in opere pubbliche per la città di cui 51 milioni finanziati dai privati, dalla Regione e dall’Europa”. Perri elenca infine alcuni risultati importanti raggiunti: piazza Marconi, l’abbattimento dei passaggi a livello, un servizio di raccolta differenziata cresciuta nel tempo, i riconoscimenti internazionali ricevuti da Cremona in campo culturale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti