Commenta

Mot in sciopero, Marini 'Scriverò al ministro' Rinviata sentenza Apic

tri

E’ in corso da oggi fino a sabato 7 giugno lo sciopero dei giudici onorari del tribunale e dei vice procuratori onorari. L’annuncio arriva da Federmot (Federazione magistrati onorari di tribunale). La decisione è stata presa dopo che il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha annunciato di voler accorpare giudici onorari e giudici di pace, limitare le competenze, vincolare la retribuzione al raggiungimento degli obiettivi predefiniti e senza riconoscimenti assicurativo-previdenziali.

Oggi a Cremona, a causa dell’astensione, oltre ad altri processi, è saltato anche il procedimento  Apic, che vede accusato di peculato l’ex coordinatore e dirigente del settore cultura Franco Feroldi. Questa mattina avrebbe dovuto essere pronunciata la sentenza, ma del collegio giudicante faceva parte il got Cristina Pavarani, che ha aderito allo sciopero. L’avvocato della difesa non ha voluto che il processo si celebrasse davanti ad una composizione collegiale diversa, e così è stato necessario un rinvio.

A Cremona ci sono 8 giudici onorari e 5 vice procuratori onorari. Il loro lavoro, come ha sottolineato il presidente del tribunale Ines Marini, è essenziale per portare avanti il lavoro di palazzo di giustizia. “I got e i vpo sono la colonna portante di tutti i tribunali”, ha detto la presidente. “Abbiamo investito sulla loro formazione, e questo significherebbe buttare via anche dei soldi”. E ha rilanciato. “I tirocinanti ? Prima vanno trovati e poi bisogna spendere ancora denaro per la loro formazione.  La giustizia non è un’azienda, non può essere giustizia se viene amministrata con criteri aziendalistici”. Ora la presidente attenderà l’esito della settimana di astensione e poi farà le somme sui disagi che l’assenza di got e vpo hanno portato al lavoro di palazzo di giustizia. Ha comunque già annunciato la sua intenzione di scrivere al ministro.

Per i vertici di Federmot, sempre in relazione allo sciopero, “le uniche buone notizie riguardano stagisti e tirocinanti giudiziari: con i primi il ministro si impegna a reperire risorse finanziarie per retribuirne l’attività formativa; a favore dei secondi si stanziano nel 2014 ben 14 milioni di euro, il 40% della spesa annuale per giudici onorari di tribunale e vice procuratori onorari. Ma comunque si alimenta e si promuove altro precariato non qualificato. Anche per questo motivo i magistrati onorari di tribunale hanno aderito allo sciopero proclamato da quasi tutte le associazioni di categoria (Anmo, Cogita, Conamo e Mou), astenendosi dal servizio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti