Commenta

Lotta al riciclaggio di denaro, crollano le segnalazioni di operazioni sospette

evid-s

Diminuzione netta per le segnalazioni di operazioni sospette effettuate con il denaro. Tra 2012 e 2013, come evidenziano i dati dell’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia, sono passate da 227 a 139 in provincia di Cremona. Si parla principalmente di sospetti legati al riciclaggio di denaro. Il numeri delle segnalazioni nel 2013 è inferiore a quello dell’anno prima e anche a quello del 2011 (150) ma si mantiene più alto di quelli del 2010 (123) e 2009 (117). Sono state 69 nel primo semestre (contro le 106 dello stesso periodo del 2012) e 70 nel secondo semestre (contro le 121 dello stesso periodo del 2012). A livello regionale si assiste a una diminuzione lieve (-6,62%), frutto di numeri che in gran parte delle province si mantengono sostanzialmente stabili o fanno registrare decrementi contenute. E’ proprio la provincia di Cremona che ha fatto vedere la riduzione percentualmente più importante: -38,77%. Diminuzione (assai più limitata) anche a livello nazionale: da 67.047 (2012) a 64.601 (2013), che significa -3,56%.

LE SEGNALAZIONI IN LOMBARDIA
(DATI UIF-BANCA D’ITALIA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti