Commenta

"Tribunale in difficoltà, pronti a chiedere soluzioni a Roma"

galimberti

Nella foto: da sinistra Poli, Galimberti, Marini e Massa

“Se si tratta di dire insieme che il Tribunale è in una situazione insostenibile e di urlare una richiesta di soluzione a Roma, ci siamo”. Queste alcune delle parole del sindaco Gianluca Galimberti, che nella mattinata di giovedì si è recato a Palazzo Persichelli, sede del Tribunale di Cremona, dove ha incontrato la presidente Ines Marini, il presidente della Sezione Penale Pio Massa, e la dirigente amministrativa Laura Poli. “La presidente Marini, dopo aver ripercorso le tappe e le criticità che hanno contrassegnato l’accorpamento della sede di Crema a quella di Cremona, ha spiegato al sindaco alcune problematiche che riguardano da un lato il personale amministrativo e, dall’altro, i magistrati”, spiegano da Palazzo comunale.

“Su questo la presidente del tribunale ha chiesto un sostegno, da parte del Comune, per rappresentare tale situazione anche a livello nazionale”, aggiungono dal Comune. L’invito è stato accolto dal sindaco, che ha dichiarato: “’Uniamo il racconto di una eccellenza quale è il Tribunale di Cremona, all’esigenza drammatica di una istituzione che ha appena fatto una esperienza di accorpamento innovativa e che ha questa grande problematica relativa al personale. Se si tratta di dire insieme che questo Tribunale è in una situazione insostenibile e di urlare una richiesta di soluzione a Roma, ci siamo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti