Commenta

Prostituzione nei locali di lap dance In arresto carabiniere del Casalasco

evid-carab

Un carabiniere in servizio in una stazione dell’Arma del Casalasco è accusato di essere coinvolto in un vasto giro di sfruttamento della prostituzione che aveva come teatro alcuni locali di lap dance e club privé del Bresciano e del Mantovano (quattro i locali sotto sequestro). Il sottufficiale, 51 anni, di origine leccese, è stato arrestato per favoreggiamento. In arresto anche un altro componente dell’Arma, in servizio nella provincia di Brescia, per  il quale l’accusa è invece di associazione a delinquere. In manette sono finite pure altre 9 persone, due delle quali ai domiciliari, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura di Brescia che andava avanti da circa un anno e che potrebbe riservare altre sorprese. Un’operazione tenuta sotto silenzio, tant’è che gli arresti sono stati eseguiti una settimana fa. I due carabinieri sono rinchiusi nelle carceri di Canton Mombello e  Verziano. Dalle prime informazioni, non risultano night club cremonesi coinvolti nell’inchiesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti