Commenta

Riforme costituzionali Presidio M5S contro governo Renzi

5stelle-evid

Venerdì 1° agosto si terrà un presidio di fronte alla Prefettura del MoVimento 5 Stelle, contro lo ‘stravolgimento della Costituzione’ che deriverebbe dal pacchetto Riforme in discussione in Parlamento. La manifestazione si terrà dalle 10 alle 12.
“Alla luce – scrivono i grillini cremonesi – dei preoccupanti avvenimenti che si stanno verificando a Roma e in vista della prossima votazione sulla riforma del Senato, con questa iniziativa si intende richiamare l’attenzione dei cittadini e dei media sull’attacco ai principi della nostra Costituzione. Non possiamo far passare sotto silenzio l’azione di smantellamento di quanto resta della democrazia nel nostro Paese ad opera del governo guidato da Matteo Renzi. Il MoVimento 5 Stelle è favorevole alle riforme e alla modernizzazione del Paese, ma non può tollerare un’altra legge vergognosa, frutto del patto del Nazareno tra Renzi e Berlusconi, che stravolgerebbe di fatto la Costituzione, senza portare alcun beneficio agli italiani. Quindi, oltre agli attivisti ed ai simpatizzanti del M5S, invitiamo alla mobilitazione l’Anpi, il Comitato Beni Comuni, le Associazioni del Terzo Settore, i Sindacati e tutti i cittadini che si sentono partecipi a questa battaglia per la difesa della volontà popolare.
Per chiarire meglio il nostro punto di vista, riportiamo un commento di Gianmarco Corbetta, portavoce consigliere M5S in Regione Lombardia: “Non sono i singoli aspetti di questa controriforma a preoccupare, ma il quadro d’insieme: i senatori non più scelti dai cittadini, i deputati che rimangono dei nominati dai capi di partito, il rischio concreto di asservire organi istituzionali finora indipendenti (come la Corte Costituzionale) ad una parte politica… Tutto questo porta ad una perdita secca di democrazia per il nostro Paese ed ogni cittadino, indipendentemente dal credo politico, dovrebbe sentire il dovere di dissentire pubblicamente.”
Il MoVimento 5 Stelle Cremona intende offrire questa possibilità a tutti i cremonesi di città e provincia venerdì 1° agosto. L’iniziativa è stata pensata come campagna di pressione a livello lombardo e si terrà in contemporanea di fronte alle prefetture di tutti i capoluoghi di provincia, perché quanto sta accadendo non sfugga all’attenzione dell’opinione pubblica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti