Un commento

Investimento a Brescia Morto anziano originario di Corte dè Cortesi

rilievi

Foto di archivio

Era originario della provincia di Cremona (Corte dè Cortesi), Remo Frossi, 86 anni, residente da anni a Brescia, morto ieri agli Spedali Civili di Brescia dopo 24 ore di agonia in seguito ad un investimento stradale in via Zara. L’anziano, residente nella zona, era stato travolto da una Mini che procedeva in retromarcia. Al volante, una donna di 43 anni di Bedizzole. Soccorso dai sanitari del 118, l’uomo era stato ricoverato nel reparto di Rianimazione. L’incidente ha destato non poche polemiche tra i residenti che da tempo lamentano disagi per la strada continuamente congestionata per via dei lavori, che dureranno mesi, in via Dalmazia. Per i residenti, la tragedia costata la vita al cremonese è stata provocata proprio dal traffico troppo caotico. A creare disagi e pericoli, secondo i bresciani la chiusura della strada per il cantiere della Tav e la conseguente deviazione del traffico verso via Corsica. Frossi, vedovo dal 2002, era padre di due figlie. Al momento dell’incidente l’anziano stava attraversando via Zara a 27 metri dalle strisce pedonali parzialmente coperte dall’asfalto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • criminals

    ==================================================================================

    Supporta xxl-zebra-project-un nuovo sistema di attraversamento pedonale

    teconologico che auspichiamo di vedere sulle nostre strade prima del 2016

    ==================================================================================

    Puoi fare una donazione al conto paypal : xxl-zebra-project@outlook.it

    ==================================================================================

    Se vuoi investire sul progetto,mandaci una mail a : xxl-zebra-project@outlook.it

    ==================================================================================

    Per informazioni contattaci alla mail: xxl-zebra-project@outlook.it

    ==================================================================================

    giovanni domilici

    ==================================================================================