Commenta

Incendio in una palazzina ad Annicco Famiglia intrappolata

carabinieri-incendio-evid

Paura, ieri sera, per i residenti di una palazzina di via Falcone Borsellino ad Annicco per un incendio scoppiato a causa di un corto circuito originatosi dal contatto tra i contatori di energia e i vicini rifiuti in plastica. Il denso fumo tossico si è esteso dalla tromba delle scale agli appartamenti, soprattutto all’ultimo piano, dove i residenti, una famiglia composta da quattro persone, genitori e due figli, sono rimasti letteralmente intrappolati. Impossibile scendere dalle scale, invase dal fumo, così, in attesa dei soccorsi, l’unico luogo sicuro era il balcone. Subito è partita la chiamata ai vigili del fuoco, in quel momento superimpegnati nei numerosissimi interventi dovuti al nubifragio che si è scatenato sulla città e sulla provincia. Sul posto anche i carabinieri di Casalbuttano insieme ai colleghi di Soresina. I militari sono riusciti a raggiungere il balcone dell’abitazione, poi c’è stato l’arrivo dei vigili del fuoco di Crema muniti di maschere di ossigeno che con l’autopompa hanno tratto in salvo le quattro persone. Per due di loro è stato necessario il ricovero per una notte all’ospedale per inalazioni di fumo. Anche i carabinieri sono stati sottoposti alle cure mediche. Per fortuna, nulla di grave.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti