Commenta

Il Polo tecnologico diventerà realtà: partito il bando di concorso

polo-tecnologico-evid

Il Comune di Cremona ha gettato le fondamenta per la realizzazione del Polo tecnologico, che sorgerà nell’area dell’ex Macello (quella individuata dalla vecchia Giunta come Cremona City Hub). E’ infatti partito il bando di concorso per la realizzazione dell’edificio che dovrà ospitare aziende specializzate nel settore Itc. Quello del Polo, del resto, come ha confermato il sindaco Gianluca Galimberti nel presentare il bando, è l’unica parte del maxi progetto “Cremona City Hub” che interessi a questa Giunta. “Nutriamo grandi speranze rispetto a questa area – ha detto il sindaco -. Non è solo il fatto di aver pubblicato il bando, che comunque per noi rappresenta un importante punto di arrivo; stiamo già infatti pensando a future ulteriori prospettive di sviluppo, sperando di poter affiancare al Polo tecnologico un Polo di sviluppo ben più vasto, nelle aree limitrofe”. Un’area che potrebbe da un lato essere un prolungamento del Polo tecnologico, all’altro anche la culla per progettualità innovative”.

“La pubblicazione del bando rappresenta il completamento di un percorso che ha interessato diverse amministrazioni, nel segno di una continuità amministrativa – aggiunge il vice sindaco Maura Ruggeri, che evidenzia altresì l’opportunità che tale opera potrebbe avere per i giovani, in quanto “insediamenti di questo tipo possono fungere da stimolo a nuove idee e progetti”.

Grande soddisfazione da parte dell’assessore Maurizio Manzi, con delega all’Innovazione e alla Digitalizzazione, con competenza proprio sul Polo tecnologico. “Abbiamo raggiunto un importante obiettivo, che porterà a concentrare le migliori conoscenze sull’Ict, non solo delle aziende locali (le sette imprese appartenenti al Crit già hanno manifestato interesse ad insediarsi nel Polo), ma anche ad imprese non cremonesi. Mi piace pensare ad una delocalizzazione di eccellenza a Cremona, per creare un polo per i servizi tecnologici alle imprese. Questo consentirebbe anche un naturale sbocco lavorativo ai giovani che si laureano al Politecnico”.

Partner dell’operazione è Aem Cremona, proprietaria dell’area da alienare per la realizzazione del Polo. “Il bando scade il 24 novembre: per allora speriamo di avere un buon numero di interlocutori qualificati – spiega Franco Albertoni, presidente di Aem -. Questa non è una operazione di vendita d’area fine a se stessa: si vuole infatti individuare un soggetto che realizzi una atruttura per aziende del settore Ict e soprattutto che sappia dialogare con noi. L’area interessata è pari a 12.300 metri quadri, ci cui 6.000 di costruito. Credo sia fondamentale che il territorio e gli operatori prendano consapevolezza che a Cremona è possibile avere collegamenti veloci e competitivi, con servizi che non si trovano nella maggior parte del resto del Paese.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti