Commenta

Concluso il lavoro nella Terra dei fuochi Rientrano a Cremona i militari del Genio In Campania tre mesi fra sequestri e roghi

evid-es

Sopra: il colonnello Bendazzoli, il prefetto di Napoli Musolino e il colonnello Ciotti e un militare

Concluse le attività dei militari della caserma cremonese Col di Lana in Campania nell’ambito dell’operazione “Strade sicure-Terra dei fuochi”. Sono terminati i tre mesi di responsabilità del “Raggruppamento Campania” che il comandante del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona, il colonnello Massimo Bendazzoli, aveva assunto nel luglio scorso. La guida delle attività è stata ceduta oggi al colonnello Domenico Ciotti, comandante dell’8° Reggimento Bersaglieri di Caserta.

I circa 300 militari della Col di Lana impegnati in “Strade sicure-Terra dei fuochi” sono in viaggio proprio in queste ore verso Cremona, dove l’arrivo di buona parte del gruppo è previsto per la serata di venerdì.

Il 10° Reggimento Genio Guastatori dall’11 luglio a oggi ha ottenuto importanti risultati nelle province di Napoli, Caserta e Salerno, svolgendo più di 7500 pattuglie, controllando più di 24mila persone e 9500 veicoli (di cui 170 sequestrati). Ha rinvenuto più di 50 automezzi rubati, sequestrato oltre 3 chili di droga e 28 chili di tabacco, individuato più di 150 nuovi siti di sversamento illegale di rifiuti e segnalato oltre 100 roghi di rifiuti.

Il lavoro svolto dai militari in Campania rientra, come accennato, nelle attività operative del “Raggruppamento Campania”, nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure” coordinata dal 2° Comando Forze di Difesa (2° Fod) di San Giorgio a Cremano, comandato del generale di Corpo d’Armata Carmine De Pascale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti