Commenta

Adriana Lecouvreur giovedì sera in scena al teatro Ponchielli

adriana-lecouv

La Stagione Lirica del Teatro Ponchielli prosegue con Adriana Lecouvreur di Francesco Cilea, che andrà in scena giovedi 20 novembre (ore 20.30 – in replica sabato 22 novembre ore 20.30). La direzione d’orchestra è affidata a Carlo Goldstein, mentre la regia è di Ivan Stefanutti.

Adriana Lecouvreur fu l’opera che consacrò Francesco Cilea come uno dei più interessanti compositori italiani del verismo musicale. Il libretto di Arturo Colanutti è tratto da un dramma di Eugène Scribe e Ernest Legouvé, cavallo di battaglia di molti grandi interpreti di fine ‘800 come Eleonora Duse e Sara Bernhardt. La vicenda, stessa si incentra sull’attrice settecentesca Adriana Lecouvreur, sulla quale Cilea si documentò approfonditamente per cercare di descriverne al meglio il carattere.

Avendo come protagonista un’attrice, nell’opera vi sono diverse scene metateatrali, in cui l’azione si svolge durante una rappresentazione teatrale. Il “teatro nel teatro” è un espediente drammaturgico usato fin dall’antichità, spesso presente in Shakespeare e che durante il verismo avrà modo di sedimentarsi, utilizzato come riflessione sulla realtà oltre la cosiddetta “quarta parete”. Una quarta parete che nel caso di Adriana Lecouvreur si spalanca su un’ambientazione tipicamente ‘700sca, con episodi di gusto arcadico e galante, in cui si inseriscono le vicende umane ed amorose dei personaggi, musicate con una liricità tipicamente otto-novecentesca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti