Commenta

Nuove Province, ancora molta nebbia Vezzini a convegno Upl

provincia-evid

foto Sessa

Il presidente della Provincia di Cremona Carlo Vezzini parteciperà al convegno organizzato dall’Unione delle Province Lombarde (UPL) dal titolo “Città metropolitane e Province: missione possibile?”, il prossimo sabato 29 novembre. La riunione si terrà a partire dalle ore 10 a Milano, presso lo spazio Oberdan in via Vittorio Veneto 2 (Sala Alda Merini).
Il tema del convegno è il futuro delle Province e delle Città metropolitane, alla luce della fase attuativa del processo di riforma della legge Delrio. “Un tema delicato ed importante – si legge in un comunicato stampa  della Provincia –  visto che questa innovazione istituzionale può senza dubbio rappresentare un momento importante per il governo complessivo del territorio, ma rischia tuttavia di essere compromessa dai pesanti tagli alle risorse degli enti di area vasta contenuti nella proposta della Legge di Stabilità. A questo proposito i Presidenti delle Province lombarde hanno sentito l’esigenza di invitare a questo incontro tutti i parlamentari del territorio, i rappresentanti della Regione e di Anci Lombardia per organizzare un confronto aperto sulla situazione degli enti locali.
Ricordiamo che le Amministrazione Provinciali manterranno tutte le funzioni fondamentali stabilite dalla legge Delrio, in modo particolare su edilizia e gestione scolastica, strade e viabilità, ambiente e coordinamento territoriale. Oltre a queste le Province lombarde e la Regione Lombardia stanno discutendo sull’attribuzione di altre funzioni delegate escluse dalla riforma, che dovranno essere attribuite entro il 31 dicembre 2014. Nell’ambito del procedimento di riordino delle materie attualmente esercitate dalle Province, fino all’emanazione della normativa attuativa di Stato e Regioni, le Amministrazioni Provinciali continueranno a svolgere le attuali funzioni senza soluzione di continuità. Al termine di questo periodo le funzioni, unitamente alle risorse umane, finanziarie e strumentali necessarie per il loro svolgimento verranno assicurate dall’ente subentrante nei casi previsti dalla normativa”.

Domani invece, 28 novembre, si riunisce nuovamente il Consiglio provinciale nella sua nuova veste a 12 consiglieri, tutti sindaci e consiglieri comunali del territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti