Commenta

Dopo la colletta 'social' per Rebessi, ora intervengono i servizi sociali

comune-rebessi-evid

Dopo l’articolo uscito nei giorni scorsi su Cremonaoggi, in cui si raccontava la storia di Guido Rebessi, cremonese schiacciato dalla crisi, e della “colletta” lanciata da alcuni suoi concittadini su Facebook, per aiutarlo a tirare avanti, attraverso l’apertura di una Poste Pay a suo nome, è arrivata la buona notizia, proprio da parte di Roberto Mariani, che aveva lanciato l’iniziativa: i servizi sociali hanno contattato l’uomo, per dargli una mano.

“A Guido è pervenuta una telefonata dei servizi sociali, che lo hanno invitato a presentarsi con le prossime bollette: nel passato gli hanno sempre respinto qualsiasi forma di aiuto, stavolta stiamo a vedere” scrive Mariani su Facebook. Una notizia accolta con grande favore dal gruppo facebook di cittadini denominato “Non sei cremonese se…”, che nei giorni scorsi aveva mostrato una grande solidarietà nei confronti di Rebessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti