Commenta

La musica di De Andrè per sostenere progetto Acli su disagio abitativo

de andrè filo-evid

Una serata con la musica di Fabrizio de Andrè, il suo mondo poetico popolato da ultimi e diseredati, e al tempo stesso ragionare sul tema del disagio abitativo e collaborare ad un progetto di volontariato. Questi i temi della serata – concerto di martedi 3 febbraio al cinema teatro Filo con inizio alle 21, su iniziativa delle Acli provinciali. Protagonista sarà il cantautore cremasco Giò Bressanelli accompagnato da Mattia Manzoni (pianoforte, basso elettrico e Fisarmonica); Irene Bressanelli, sax  soprano e  voce femminile; Matteo Livraga al violino. Il progetto a cui si contribuirà con il concerto (10 euro l’ingresso, prevendita alle Acli di via Cardinal Massaia 22, tel. 0372800422)  si chiama “Abitare solidale. Il volontariato per affrontare il disagio abitativo”, condiviso dal Bando Volontariato 2014 in collaborazione con Cisvol Cremona. Il progetto si pone l’obiettivo di sperimentare nuove forme di sostegno alle famiglie in condizione di fragilità legate alla casa, valorizzando le risorse del volontariato, in sinergia con le istituzioni. La serata del 3 febbraio rappresenterà l’occasione per sensibilizzare la città di Cremona su questi temi, offrendo la possibilità di sostenere concretamente le realtà impegnate su questo fronte: il ricavato del concerto sarà infatti devoluto al progetto, permettendo di rendere nuovamente disponibili alcuni alloggi di edilizia pubblica, grazie al lavoro di volontari e delle stesse famiglie beneficiarie, di avviare sportelli di mediazione tra locatari e locatori, di attivare un servizio di scambio e riuso di mobili. Il progetto Abitare solidale non vuole certo essere una risposta esaustiva ad un problema così complesso quale il disagio abitativo, ma testimoniare che è possibile non fermarsi alla semplice assistenza, valorizzando le risorse delle famiglie beneficiarie, restituendo loro dignità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti