27 Commenti

L'allenatore Bussi 'Ho sbagliato, mi scuso con tutti'

arbitro

CREMA – Dopo i fatti di Romanengo, l’allenatore della squadra juniores dei Sabbioni, Donato Bussi protagonista dell’episodio racconta la sua versione e si scusa.

L'allenatore Bussi

Il calcio è nella mia vita da sempre, ed è un amore così grande che ad un certo punto ho deciso di non tenerlo solo per me ma di condividerlo con le centinaia di ragazzi e ragazze che in questi 30 anni ho allenato. Forza, convinzione, passione, fatica, rispetto: sono questi gli ideali che ogni allenatore, calciatore e, perché no, ogni uomo, dovrebbe tenere ben presente. Io ho sempre cercato di metterli in pratica e di insegnarli a ognuna delle sette squadre che nella mia carriera ho trovato sul mio cammino. Essere allenatore non è solo far superare ai ragazzi i loro limiti, non è solo disegnare su una lavagna schemi di gioco, congratularsi o rimproverare chi non si è impegnato in allenamento o in partita. Allenare è educare, si allena il corpo ma si allena anche la mente e soprattutto il cuore. Lo sport deve essere scuola di vita, per questo un bravo insegnante quando sbaglia lo ammette, si scusa e china il capo nella speranza che chi ha di fronte possa perdonarlo.

Giovedì sera ho sbagliato.

Non serve leggere le storie surreali che han scritto i giornali, dove come in un film avrei malmenato il direttore di gara né raccontare cosa sia realmente accaduto. Ciò che ho fatto non avrei mai dovuto farlo, perché ho mancato di rispetto non solo all’arbitro, ma a tutti i presenti al campo. Le mie più sentite scuse vanno a Elisa Donelli, alla società e a tutti i ragazzi nella speranza che il mio pessimo esempio sia per loro un monito: Mai mancare di rispetto a nessuno.

Come diceva Tom Landry :“Un allenatore è qualcuno che ti dice quello che non vuoi sentire, ti fa vedere quello che non vuoi vedere, in modo che tu possa essere quello che hai sempre saputo di poter diventare.” Non so se potrò ancora allenare, nel caso dovessi smettere spero che i miei ragazzi imparino a essere persone umili, che sappiano chiedere scusa, ma soprattutto che tengano ben presente che il calcio è un gioco, un semplice gioco. Anche questa è cronaca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • elia sciacca

    la tattica è sempre la stessa prima fare una cavolta poi chiedere scusa pubblicamente non è la prima volta che durante le partite di
    calcio talvolta anche tra bambini i genitori offendono pesantemente
    l’arbitro e vengono alle mani per motivi futili d’innanzi ai bambini, gli
    ultimi casi di cronaca riportano episodi in cui un allenatore
    di calcio ha colpito con una testata al volto fratturandogli il
    naso ad un arbitro per una decisione arbitrale a lui non gradita ,
    un altro caso recente per un cartellino giallo il tecnico del team dopo un
    alterco verbale colpisce con degli schiaffi l’arbitro donna. E il
    comitato disciplinare Regionale Lombardia della Lega Nazionale Dilettanti
    cosa fa ? emana il solito comunicato Italico che «raccomanda a
    tutte le società di vigilare con ogni mezzo sul comportamento dei propri tesserati»,
    ricordando che «non verranno tollerati ulteriori atteggiamenti non
    consoni al mondo dello sport , bla bla bla, che tradotto significa per questa
    volta lasciamo perdere vedremo alla prossima volta, di emanare un altro
    comunicato, naturalmente senza prendere provvedimenti disciplinari

    Questo classico comportamento lassista Italico , la dice lunga
    sul buonismo e la tolleranza nei confronti del mondo del calcio, io mi sarei
    aspettato in entrambi i casi descritti dai giornali , la sospensione,
    dai campi di calcio, e dalla funzione di allenatori di tali energumeni,
    per almeno una stagione calcistica

  • Gianfranco

    elia sciacca già dobbiamo sorbircelo nelle varie elucubrazioni politiche,adesso pure nello sport? Caro sig.Sgarbi cremonese abbia la decenza di non sciacallare su una persona che ha avuto il coraggio di chiedere scusa,cosa che voi poitichesi non sapete nemmeno cosa significhi.

    • Ezechiele Profeta

      Non amareggiati, Giancarlo, da una parte c’è la tecnologia (e la libertà) che permette a tutti di esprimere commenti, critiche e quant’altro, dall’altra ci sono gli effetti collaterali.

      • Gianfranco

        Si chiama onnipotenza da tastiera….tempo sprecato che potrebbe essere impiegato in maniera più produttiva.

  • elia sciacca

    come al solito pinco pallino si contraddistingue per il suo linguaggio elegante, le tue frustrazioni scaricale pure su di me, caro pinco pallino se un giorno qualcuno ti da un sonoro ceffone, non farci caso l’importante che il giorno dopo ti chieda scusa .

    • Gianfranco

      Il fatto che io venga scambiato per un’altra persona la dice lunga sulla tua ” popolarità” ,forse sarebbe il caso di chiedersi se veramente non sarebbe il caso di smetterla di profetizzare su qualsiasi cosa,comunque la mia non è frustrazione ma la chiamerei piuttosto indignazione verso il tuo qualunquismo gratuito dei tuoi commenti che ormai da tempo siamo obbligati a sorbirci.

  • elia sciacca

    Gianfranco ti credevo più sveglio, se uso il termine pinco pallino non mi riferisco a colui che si spaccia per pinco pallino, persona pacata molto a modo che risponde senpre con gentilezza, ma semplicemente a quelle persone che come te criticano senza esporsi firmansosi con nome e cognome classico vizio Italico usato dai pusillanimi , per quanto riguarda invece l’affermazione da te descritta

    che provi indignazione verso il mio qualunquismo gratuito per miei i commenti che ormai da tempo siamo obbligati a sorbirci
    ti ricordo che per adesso non c’è nessuna legge che obbliga a sorbire i discorsi o le affermazioni altrui, sono delle tue fisime personali che dovrai superare autonomamente o con l’ausilio di un esperto del settore .

    • Gianfranco

      Il problema è che oormai dove c’è da polemizzare,denigrare e criticare tu ormai ci sei sempre quindi sarebbe quasi impossibile ignorare tanta ipocrisia…..a mio parere dovresti essere tu a rivolgerti ad un esperto del settore perché ti riporti serenità e coerenza nel capire dove è quando intervenire in maniera intelligente.
      Forse stai facendo un pò di confusione….quello che critica sei solo tu ,io ti ho solo fatto notare che per l’ennesimo volta hai perso l’occasione di startene zitto in una vicenda dove è troppo semplice mettersi sul piedestallo . Non vedo come tu possa pensare di credermi più sveglio in quanto io e te per fortuna non ci conosciamo.

  • elia sciacca

    pinco pallino pardon gianfranco d’innanzi alla tua perla di saggezza, alla tua eloquenza di alto livello intellettuale a cui Socrate, Platone, Aristotile, che tu conoscerai certamente i loro pensieri filosofici ,si inchinerebbero d’innanzi alla tua eloquenza non posso certamente confrontarmi con te sei troppo intelligente, istruito, e pertanto ritengo che potresti impegnare il tuo prezioso tempo a scrivere trattati sulla coerenza sull’Ipocrisia dell’uomo temi a te molto cari, l’unica cosa che mi sento di dire e che finchè sebbene non sia obbligatorio userai il nome senza farlo seguire da un cognome veritiero farei sempre parte di quella schiera di persone che si divertono a lanciare il sasso e nascondere la mano, sappi che in Italia sei in buona compagnia, passo e chiudo

    • Gianfranco

      Elia Sciacca invece di scrivere sciocchezze vai a fare un pò di volontariato che è meglio ,guarda che io se anche so il tuo nome non è che cambia tanto la frittata anzi forse per te sarebbe meglio ….per evitare le brutte figure che fai.

  • Vitali

    Purtroppo l’allenatore Bussi si dimentica di scrivere che già altre volte si era abbandonato a minacce e a sceneggiate varie… durante le partite o appena dopo…, altro che fare pure la vittima dei mezzi di informazione…
    Questa volta l’ha fatta troppo grossa, con l’aggravante di aver aggredito una donna.., io spero che il signor Bussi non alleni più: potrebbe fare il volontario, ad esempio, presso ospizi ecc…. forse, lì, potrebbe imparare davvero il rispetto per il prossimo.

  • elia sciacca

    Vitali concordo al 100% le tue affermazioni c’è troppo lassismo nel calcio e purtroppo ci sono ancora troppe persone che minimizzano e prendono le difese dei prepotenti che come afferma Vitali non è la prima volta che si comportano da violenti e nonostante ciò ci sono ancora in giro dei provocatori che dichiarano senza minimamente arrossire che in effetti anche se qualcuno ha schiaffeggiato una donna arbitro , poverino bisogna comprenderlo, ha chiesto scusa e se poi qualcun altro rompe il setto nasale dell’arbitro con una testata e cosa sarà mai, basta chiedere scusa.
    Mi auguro che la giustizia sportiva espella per alcuni anni o meglio per sempre questi squallidi personaggi dal mondo del calcio sopratutto da quello giovanile.
    @Gianfranco sappi che sono da oltre 22 anni che faccio volontariato .

    • Ezechiele Profeta

      Lei non dovrebbe usare queste espressioni in pubblico riferite a persone che non conosce. Solo per sentito dire. Ma figuriamoci. Fossi in Bussi la querelerei all’istante.

      • Vitali

        Fossi in lei mi informerei meglio… comunque siamo in un mondo che va al contrario…: avete trovato un nuovo martire.

        • Gianfranco

          E perché bisognerebbe informarsi? Non basta leggere l’articolo? Bisogna per forza farsi gli affari degli altri? Te seeet propria en cremunees…

          • Vitali

            E sono 3 giorni che difendi il tuo amichetto picchiatore… useloon.
            Ah… una cosa tanto per finirla qui: io sono un arbitro, non un grafomane come te… e ti garantisco che il tuo amico ha chiuso con l’allenare i ragazzini.
            Ciao ciao.

          • Gianfranco

            Ah ah mio amico? Vitali non hai capito proprio niente.
            Se questo signore si merita di non allenare più è giusto, ma sicuramente non grazie ai tuoi commenti e a quelli di Sciacca che dimostrano proprio la vostra pochezza di uomo.
            Ti saluto vai a fare l’arbitro…almeno li ti sentirai qualcuno.

      • elia sciacca

        Ezechiele tu ed il tuo amico Gianfranco adesso che la giustizia
        sportiva ha condannato il vostro amichetto Bussi a 3 anni e l’arbitro
        donna lo ha denunciato pensate ancora che io Vitali e tanti altri che hanno condannato l’eroe che ha picchiato una donna siamo dei provincialotti almeno vi rendete conto che siete dei poveri mendicantii n cerca di consenso trai frustrati violenti del calcio. ,

  • Gianfranco

    Dopo questi interventi il mondo sarà sicuramente migliore.

  • Vitali

    Gianfranco… certamente i suoi lo peggiorano…
    Saluti.

    • Gianfranco

      I vs commenti infantili fanno rendere l’idea di come la gente sprechi il tempo a gettare fango sulle persone già in difficoltà …vergogna.

      • Vitali

        Infatti sono esattamente speculari ai suoi… si vergogni lei… e pure il suo amico mena arbitri!
        Comunque la saluto e la lascio alle sue miserie, mi saluti il suo amichetto: non lo contraddica mai però…

        • Gianfranco

          Io contrariamente a voi non diffamo gente per ritagliarmi il mio posticino di visibilità,commenti intelligenti senza denigrare nessuno,ma sarebbe chiedere troppo da persone che prima di scrivere non si guardano allo specchio alla mattina. Io questa persona nemmeno la conosco ,ma evidentemente a voi provincialotti vi basta poco per fare 2 chiacchiere da bar sulle spalle degli altri.

          • elia sciacca

            Gianfranco tu ed il tuo amico Ezachiele adesso che la giustizia sportiva ha condannato il vostro amichetto Bussi a 3 anni e l’arbitro donna lo ha denunciato pensate ancora che io Vitali e tanti altri che hanno condannato l’eroe che ha picchiato una donna siamo dei provincialotti.,

          • Gianfranco

            Guarda ti rispondo anche se penso proprio che con te e i tuoi simil pensanti sia tempo perso: la giustizia sportiva ha fatto bene,anzi forse per tal gesto andava dato di più ma purtroppo il mio rammarico è ancora più forte perche verso le persone ignoranti e ottuse come te ,che si sentono leoni solo dietro ad una tastiera commentando impietosamente episodi spiacevoli ,non esiste nessuna giustizia pur avendo la consapevolezza che voi provincialotti siete dannosi in maniera limitata.

          • elia sciacca

            Gianfranco ricordi le tue chicche tipo ” I vs commenti infantili fanno rendere l’idea di come la gente sprechi il
            tempo a gettare fango sulle persone già in difficoltà …vergogna.”
            Con le tue risposte prive di senso logico ancora una volta hai dimostrato che non accetti la realtà dei fatti le tue parole offensive nei miei confronti potrebbero indurmi a denunciarti ,sei talmente viscido che mi accusi di nascondermi dietro una tastiera quando come vedi io mi firmo per intero elia sciacca, quindi ancora una volta straparli , ed offendi in modo gratuito, .

          • Gianfranco

            Forse dovresti dare una rilettura a quanto ho scritto perché evidentemente non hai capito che la giustizia sportiva per fortuna ha fatto il suo corso ma tu ,mi dispiace dirti la verità,non hai nessun meritoo e non hai vinto nulla.
            Ignorare nel senso di ignorare la verità e ottuso cioè lento nel capire..ma poi a chi pensi di far paura?..forse invece di sprecare tempo con me dovresti rileggerti anche il dizionario della lingua italiana.
            Mentre riguardo alla tua insistenza nel dichiarare il falso dicendomi che sono un amico di questo signore e dandomi del viscido forse per me ci sarebbero tutti i presupposti per agire a vie legali….non trovi?
            Te ti puoi firmare come vuoi, spero sempre che tutte le persone abbiano un minimo di buon senso e capire quando è ora di piantarla,quindi ti sottraggo a questa fatica mentale e ti anticipo.