Commenta

Vanoli Basket, vince Sassari ma è il giorno degli applausi

Foto Sessa

I tifosi della Vanoli Cremona hanno salutato calorosamente i loro beniamini nella gara d’epilogo della stagione regolare. La partita di domenica pomeriggio contro Sassari è stata un po’ come l’ultimo giorno di scuola dopo un anno vissuto tra sorrisi ed abbracci. Ma si tratta solo di un arrivederci. E’ mancata la chiusura col botto in quanto il Banco di Sardegna si è imposto al PalaRadi per 99-87 ma era prevedibile visto che coach Pancotto è stato costretto a rinunciare per infortunio ad un tiratore del calibro di Hayes.

Nel primo periodo in evidenza Bell e la Vanoli si porta in testa 7-0. Sanders infila la prima tripla per Sassari al 2’. In attacco i biancoblu vanno a segno con  regolarità guadagnando 10 punti di distacco sul 23-13 per chiudere al 10’ sul 25-20. Logan gode di troppa libertà e centra il bersaglio, Mei fatica  a fermarlo e commette il terzo fallo al 15’ sul 35-30. I sardi con pazienza ribaltano la situazione al 16’ complice un rilassamento dei padroni di casa. La difesa dei biancoblu lascia troppi varchi aperti e il Banco Sardegna ne approfitta per allungare 46-40 e chiudere all’intervallo lungo sul 45-49. Vitali e Mian tengono in vita la Vanoli che insegue a otto lunghezze al 34’ sul 53-61. Il team di coach Sacchetti spinge sull’acceleratore, alza il ritmo e Cremona accusa il colpo accumulando un ritardo di 18 lunghezze al 29’ sul 57-75. Al 30’ punteggio sul 63-77 per Sassari. Nell’ultimo quarto la Vanoli Cremona riesce a contenere la sconfitta in termini accettabili. Grande ovazione e lungo applauso del pubblico cremonese per il capitano Luca Vitali.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti