Un commento

Cappellini: 'Troveremo nuova collocazione per l'Ortolano'

“Sono convinta che l’opera L’Ortolano di Arcimboldo debba avere la massima visibilità e accessibilità a tutti: sarebbe un giusto riconoscimento a tutta la Comunità cremonese che merita di essere protagonista ad Expo”.
Interviene cosi l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie di RegioneLombardia Cristina Cappellini in merito alla polemica in merito  merito alla collocazione del quadro Giuseppe Arcimboldo ‘L’Ortolano’ ne lPadiglione Italia a Expo.
“In questi giorni – ha continuato l’assessore – ho riscontrato un certo malumore nell’opinione pubblica cremonese e da rappresentante del territorio sento il dovere di riportare questa situazione e di adoperarmi affinché l’opera del nostro museo civico abbia la giusta visibilità e fruibilità”.
“La vicenda dell’Arcimboldo – ha spiegato l’assessore Cappellini – ha una doppia faccia, proprio come il quadro. Da un lato il fatto che sia stato scelto per rappresentare le eccellenze artistiche e culturali nella zona più esclusiva del Padiglione Italia é una scelta che dà conto dell’attenzione nei confronti dell’opera edel suo territorio di provenienza e credo che Diana Bracco avvia agito con questo spirito”. “L’altra faccia – ha continuato – è la possibilità, a cui stiamo lavorando insieme al territorio, che l’Ortolano possa trovare una collocazione tale da essere ammirata non solo dagli invitati che hanno accesso alla parte del Padiglione Italia riservata alla autorità, ma anche dagli altri visitatori. Così Cremona sarà rappresentata davvero e il suo legame con Expo e con la mascotte Foody sarà maggiormente percepito”.
“Sempre in questi giorni ho avuto contatti sia con il sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, sia con lo staff di Diana Bracco – ha continuato l’assessore – e spero troveremo una soluzione che soddisfi tutti, soprattutto i tanti cremonesi che vogliono andare a Expo orgogliosi di poter ammirare il loro gioiello”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Massimo Franzini

    Collochiamo l’ortolano al mercato ortofrutticolo!