Commenta

Maltempo: black out tra Cavatigozzi e Costa Disagi nel casalasco

Il maltempo che nella giornata di venerdì ha colpito il territorio, non se ne è andato senza lasciare il segno: l’ultimo temporale del pomeriggio ha provocato un danno alla linea elettrica, che ha lasciato al buio per circa un’ora tutta la zona tra Cavatigozzi e Costa Sant’Abramo. Un forte disagio per i cittadini, che hanno invaso di chiamate i centralini del gestore della linea elettrica. A causa del forte vento molti sono stati anche i rami di alberi caduti su marciapiedi e strade.

Problemi anche nel casalasco, in particolare alla viabilità e alle telecomunicazioni. A Casalmaggiore,nelle frazioni e in tutti i comuni limitrofi la situazione era piuttosto critica a partire dal primo pomeriggio. Si sono verificati allagamenti lungo le strade del casalasco, in alcune abitazioni private, nella chiesa di San Leonardo. Numerose le chiamate ai Vigili del Fuoco, alla Polizia locale e alle forze dell’ordine.

Particolarmente critica la situazione all’altezza del sottopasso in zona concessionaria Cappelli, a Casalmaggiore, lungo l’Asolana. A San Giovanni in Croce, sulla strada principale che conduce a Piadena, l’acqua ha raggiunto livelli considerevoli tali da non permettere il transito dei veicoli. Allagamenti lungo la via Casalmaggiore che conduce a Cremona, un asse stradale che fende diversi comuni della bassa casalasca. Nella serata di venerdì le condizioni peggiori sono state registrate a Motta Baluffi, Gussola, Martignana di Po e Agoiolo, sino all’ingresso dell’abitato di Vicobellignano. In alcuni tratti il transito dei veicoli era reso quasi impossibile dall’elevato quantitativo d’acqua presente sulla strada. A Gussola, poi, via Fiume, già in passato finita sott’acqua in queste situazioni, ha vissuto una nottata di disagio, con molte abitazioni allagate.

I problemi alle telecomunicazioni sono proseguiti durante la nottata: la linea telefonica a Casalmaggiore ha ripreso a funzionare regolarmente alle prime ore di sabato. Continui gli interventi dei Vigili del Fuoco: non sono state registrate evacuazioni ma numerose operazioni dei pompieri per svuotare cantine, scantinati, garage, rimesse e sotterranei. Tante le polemiche, in particolare sui social network, per la situazione di fogne e fossi, che non hanno “tirato” abbastanza acqua, a causa probabilmente dell’incuria o comunque di un lavoro di manutenzione non eseguito ad hoc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti