Commenta

Patteggia due anni 27enne polacco per rapina ad automobilista

Ha patteggiato due anni e 400 euro di multa, il 27enne pregiudicato polacco residente in provincia di Cremona arrestato il 10 maggio scorso dalla polizia dopo una rapina nei pressi del centro commerciale Cremona Po. Il giovane, così come disposto dal giudice Christian Colombo, resta in carcere. All’atto della convalida dell’arresto, il 27enne, difeso dall’avvocato Cristina Pugnoli, aveva detto di non ricordarsi nulla dell’accaduto.
A sporgere la denuncia era stato un 22enne cremonese che aveva raccontato di essere stato seguito da due persone nel parcheggio del centro commerciale. Secondo il resoconto della vittima, i due erano saliti a bordo dell’auto – uno dal lato passeggero e uno dietro – chiedendo di essere accompagnati in stazione. In un primo momento, l’automobilista, per evitare problemi, aveva accettato, ma l’auto non si era messa in moto, probabilmente a causa di un guasto. Così, mentre uno dei due si era allontanato, l’altro – il 27enne – aveva intimato all’uomo di consegnargli dei soldi, ricorrendo anche alle maniere forti (prendendolo a pugni) e costringendolo a consegnargli tutto ciò che aveva in tasca: 30 euro (all’inizio la vittima gli aveva offerto un euro). Il rapinatore si era poi allontanato, ed era scattata la denuncia.
Fortunatamente sul posto erano presenti alcuni testimoni che avevano seguito il malvivente e lo avevano descritto agli agenti, riusciti a rintracciarlo nei pressi del negozio cinese che si trova nell’area antistante il centro commerciale. Era a torso nudo e in evidente stato di ebbrezza.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti